Dani Pedrosa: gara persa per un sensore guasto?

Il GP di Spagna ha sancito la rinascita di Dani Pedrosa, ma il secondo posto ha comunque lasciato con l'amaro in bocca il pilota della Honda che aveva fatto sua la gara fin dall'inizio, arrendendosi solo all'ultimo giro a Jorge Lorenzo che lo ha rimontato fino a superarlo e a vincere la corsa

da , il

    Il Gran Premio di Spagna di MotoGP ha portato bene ai piloti iberici: caricati dall’aria di casa, nella gara di Jerez de la Frontera gli spagnoli Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha) e Daniel Pedrosa (Honda Repsol) si sono dati battaglia fino all’ultima curva… Alla fine l’ha spuntata il numero 99 in sella alla Yamaha M1 (vittoria e balzo al primo posto nella classifica piloti, spodestando Valentino Rossi) ma Pedrosa ha da recriminare per un rallentamento nel finale dopo aver guidato tutta la corsa. E un esame alla RC212V ha evidenziato un problema a un sensore…

    Il GP di Spagna ha sancito la rinascita di Dani Pedrosa, ma il secondo posto ha comunque lasciato con l’amaro in bocca il pilota della Honda che aveva fatto sua la gara fin dall’inizio, arrendendosi solo all’ultimo giro a Jorge Lorenzo che lo ha rimontato fino a superarlo e a vincere la corsa.

    Analizzando la velocità di Pedrosa è facile notare come la sua Honda RC212V sia andata man mano rallentando: il suo giro più veloce è stato il secondo (1’39”731), mentre durante la gara si è tenuto su una media di 1’40”. Ma dal 24mo giro ha cominciato a perdere secondi preziosi nei confronti di Lorenzo, fino a girare a 1’41”748 nel penultimo giro e a 1’41”079 nell’ultimo.

    Calcolando che ho perso due decimi al giro per 20 giri, la storia del Gran Premio poteva essere diversa,” ha commentato Dani Pedrosa dopo la gara.

    Ma cosa è successo? Se lo sono chiesti anche gli ingegneri Honda, e dopo un attento esame della moto hanno rilevato il malfunzionamento del sensore che verifica i consumi controllando la quantità di benzina presente nel serbatoio: questo guasto avrebbe fornito all’elettronica informazioni errate, causando la perdita di potenza della motocicletta e il conseguente rallentamento di Pedrosa.

    Lo stesso problema è stato riscontrato anche sulla moto di Marco Melandri.