Daniel Pedrosa, la mano fratturata e la nuova Honda RC212V

continua la rieducazione della mano fratturata per Dani Pedrosa che pero' non puo' aiutare il suo compagno di squadra Nicky Hayden nello sviluppo della nuova Honda Rc212V

da , il

    Daniel Pedrosa

    La presentazione della nuova Honda RC212V del team ufficiale HRC in quel di Saragozza è stata l’occasione per parlare con i piloti del team, e in particolare, con Dani Pedrosa riguardo le sue condizioni fisiche dopo l’operazione per la mano fratturata nei test pre-campionato.

    La verità è che potrebbe andare meglio, ma potrebbe andare anche peggio” esordisce il pilota spagnolo e continua “l’operazione alla mano è andata bene e il recupero procede come previsto, forse più in fretta. Devo essere paziente. In pista per il momento siamo abbastanza indietro, non lo nego, prima di tutto però devo pensare a guarire, a Jerez conterà soprattutto verificare la mia condizione sulla moto. Una volta ritrovato quella vedremo quanto lontano possiamo andare“.

    Politica giusta quella di Pedrosa, che sa bene che solo al massimo della condizione può competere con i suoi avversari. Quindi prima l’importante è guarire bene, poi tornerà veloce come è sempre stato.

    Intanto il lavoro di sviluppo della RC212V è tutto a carico del suo compagno di squadra Nicky Hayden: chissà quante polemiche ci saranno tra i due piloti se la moto non sarà competitiva. Più di una volta Pedrosa è stato molto critico sulle capacità di messa a punto del compagno statunitense, mostrando se non altro, uno scarsissimo rispetto per un ragazzo che lavora sodo e che soprattutto un mondiale l’ha già vinto battendo i più forti.