Dino Toso è morto, Renault in lutto

Dino Toso è morto, Renault in lutto

è morto dino toso

da in Formula 1 2017, Personaggi F1, Renault F1
Ultimo aggiornamento:

    L’aerodinamico Dino Toso è morto ieri, a soli 39 anni, dopo una lunga battaglia contro il cancro. L’ingegnere aveva lasciato la Renault da poche settimane per vivere privatamente quelli che probabilmente sapeva essere i suoi ultimi giorni.

    LA CARRIERA. I primi lavori nell’automobilismo sportivo risalgono al 1995 con il programma GT della BMW. Nel 1997 approda in Formula 1 con la Jordan dove contribuisce a far crescere il team irlandese in quelle che si riveleranno le sue migliori stagioni di sempre. Grazie a Mike Gascoyne, nel 2000 arriva alla Benetton, poi Renault, dove prenderà il ruolo di capo aerodinamico dal 2003. La sua mano si fa vedere ed, infatti, le prestazioni della vettura crescono a tal punto che con Fernando Alonso conquista due mondiali consecutivi nel 2005 e nel 2006. In queli anni viene anche premiato come aerodinamico dell’anno.

    IL LUTTO. A fare da sfondo ai grandi successi c’è la malattia, diagnosticata già dal 2004. A giugno 2008 lascia il team.

    Ieri, 13 agosto, arriva l’epilogo più amaro. In uno scarno ma intenso comunicato, il team Renault annuncia la notizia e saluta l’amico:“Confermiamo che l’ex direttore dell’aerodinamica, Dino Toso, è morto in pace nella sua abitazione. Ha perso la battaglia con la malattia ma il coraggio che ha dimostrato in questi anni restano di grande ispirazione per tutto noi. Ci mancherà molto, ma il nostro pensiero va soprattutto alla famiglia”.

    264

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Formula 1 2017Personaggi F1Renault F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI