GP Ungheria F1 2016, risultati gara: Hamilton domina, Ferrari competitiva ma giù dal podio [FOTO]

GP Ungheria F1 2016, risultati gara: Hamilton domina, Ferrari competitiva ma giù dal podio [FOTO]

Una gara lunghissima, su 70 giri, con il via alle 14:00

da in Circuito Hungaroring F1, F1 MotoGP SBK Live, Formula 1 2017, GP Ungheria F1, Lewis Hamilton, Risultati F1
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    Gran Premio Ungheria 2016. Hamilton mette la quinta all’Hungaroring e diventa il pilota più vincente alla periferia di Budapest. Una gara noiosa, priva di grandi colpi di scena o battaglie. Si decide tanto in partenza, nei 600 metri tra lo start e curva 1. Rosberg scatta male e Hamilton lo affiancata, tira la staccata e riesce a prendersi la posizione. Nico deve guardarsi da un arrembante Ricciardo, che lo supera e quasi mette pressione a Lewis ma deve rinunciare e, anzi, riperdere la posizione su Rosberg. Si va con questo terzetto, seguito da Verstappen e Vettel, fino alla prima delle due soste. Intelligente mossa Ferrari, che ferma Vettel in anticipo per provare l’undercut. La Red Bull risponde subito con Ricciardo, due giri dopo con Verstappen e il dettaglio costa la quarta piazza a Max. Nota di merito per Kimi Raikkonen, in gran rimonta dalla 14ma posizione in griglia. Attacca per recuperare in pista, sorpassa prima comprimari, poi sfrutta al meglio la strategia, che l’ha visto partire con gomme morbide contro le supermorbide dei primi 11 in griglia ed effettuare due soste per montare le Pirelli rosse, con le quali è andato all’assalto di Verstappen nel finale di gara, provandole tutte per guadagnare la posizione, tanto da arrivare a danneggiare l’ala anteriore per la resistenza ai limiti del regolamento di Verstappen.

    Classifica GP Ungheria 2016

    Classifica GP Ungheria F1 2016 (5)

    70/70 – Hamilton trionfa, vince il Gran Premio d’Ungheria e passa in testa al mondiale, per la prima volta quest’anno. Ricciardo sul podio, Verstappen riesce a precedere Raikkonen, con 385 millesimi di margine. A punti un ottimo Alonso, seguito da Sainz, Bottas, Hulkenberg.

    69/70 – Raikkonen si lamenta via radio dei continui cambi di direzione, improvvisi, di Verstappen nel tentativo di coprire l’attacco. Vettel non sembra avere lo spunto per poter cercare il sorpasso, quando si entra nell’ultimo giro

    67/70 – Raikkonen tenta l’attacco in curva 1, ma Verstappen si protegge e Kimi va un po’ lungo.

    64/70 - Intanto, Vettel è a 9 decimi da Ricciardo

    61/70 – Ritiro di Button, dalla McLaren esce fumo al posteriore. Raikkonen ha attaccato Verstappen sempre in curva 2, costringendo Max a bloccare l’anteriore sinistra. E’ tra curva 1 e curva 2 che Kimi riesce ad accelerare meglio e ci riprova al giro successivo, ma trova la porta chiusa. Errore di Hamilton in curva 12, Rosberg si porta in scia

    60/70 – Davanti non si registrano novità Hamilton comanda con 1″8 su Rosberg, 15″9 su Ricciardo, 18″1 su Vettel, poi a 31″ Verstappen, che ha 5 decimi di margine su Raikkonen.

    58/70 – Tempi praticamente identici per Verstappen e Raikkonen. Sempre una manciata di decimi a dividerli

    56/70 - Raikkonen porova di nuovo l’attacco, ma sembra spiazzato dal cambio di direzione e frenata di Verstappen e perde la paratia esterna di sinistra dell’ala. Mancano pochi giri, non dovrebbe esser necessaria la sosta per sostituire l’ala, visto che riesce a stare in pressione sulla Red Bull

    55/70 - Kimi prova l’attacco verso curva 2, ma Verstappen chiude la porta

    54/70 - Raikkonen ha ripreso Verstappen, ottimo Kimi a sfruttare la gomma nuova e più prestazionale. Dovrà adesso trovare lo spazio per attaccare Verstappen.

    52/70 - Il doppiaggio di Gutierrez ha consentito a Rosberg di portarsi a 9 decimi. Raikkonen giro record: 1’23″086, è a 2″9 da Verstappen. Vettel ne ha 3″ da recuperare su Ricciardo

    Classifica GP Ungheria F1 2016 (4)

    49/70 - Doppiaggi a parte e limiti di pista superati da Verstappen (2 avvisi, come Vettel) non c’è molto da elencare dall’Hungaroring. Raikkonen è velocissimo, sul 24″7 con gomma supermorbida ormai piuttosto usata. Vettel è a 4″ e gira in 24″5, mentre Ricciardo marca 25″3. Verstappen destinato a conservare la posizione dietro Seb, come anche Alonso, sainz, Bottas e Hulkenberg, tutti distanziati l’uno dall’altro di più secondi. Si ferma ora Raikkonen, monta gomme supersoft ancora e dovrà provare il recupero su Verstappen, molto difficile passare in pista: ha 7″5 di gap da recuperare Kimi

    44/70 - Dovesse fermarsi ora Raikkonen, rientrerebbe quinto davanti ad Alonso, sarebbe un eccellente recupero. Hamilton perde da Rosberg, che si è portato a 2″2

    43/70 - Cambio gomme di Bottas, conferma la Williams ai margini della zona punti, dietro Sainz. Vettel ha ottenuto un buon 25″1, contro 24″3 di Raikkonen. Kimi ha 3″6 da Ricciardo, che fa 25″2. Progressione buona di Vettel, a fine giro marca 24″7, quando si ferma Alonso

    42/70 - Pit di Rosberg, in fotocopia la strategia. Ma non ha il margine per tornare davanti a Lewis, che passa con ampio vantaggio, ben 3″7, anche grazie ai due intertempi monstre di Hamilton, nel T2 e T3. Ricciardo è a 4″ da Nico. Nella sosta precedente di Perez, i meccanici non erano pronti con le gomme morbide. Sosta di Sainz

    41/70 – Non funziona la strategia di Perez, di andare fino all’arrivo con le medie. Nuova sosta. Prima di lui, però, Hamilton al secondo pit, seguito da Vettel. Gomma morbida per tutti e due. Vettel torna davanti a Verstappen e 2″3 dietro Raikkonen.

    39/70 – 38/70 – Fermata di Verstappen, conferma la gomma morbida e rientrerà dietro Raikkonen, che deve ancora fare un pit prima della chiusura. Continua il monologo Mercedes: 1’24″7 Hamilton, 1’24″6 Rosberg, divisi da 2″4 e con 10″1 (Nico) di margine su Vettel

    36/70 – Mercedes che risponde al tentativo strategico di RicciardO: 1’24″997 con gomma morbida per Hamilton, 24″8 per Rosberg, contro il 25″5 di Vettel e 26″1 di Verstappen

    35/70 – Hamilton incrementa il ritmo, fa 1’25″2 e rifila 9 decimi a Rosberg e 1″1 a Vettel, terzo e con un buon ritmo. Ricciardo spinge forte nel T2 e fa il record. Raikkonen ancora molto competitivo con gomma supersoft

    33/70 - Ricciardo anticipa la seconda sosta, monta ancora gomma morbida e rientra alle spalle di Verstappen, con spazio (8″6) per spingere forte e provare l’undercut su Rosberg

    Classifica GP Ungheria F1 2016 (3)

    31/70 – Ottimo Raikkonen, ha attaccato Alonso in fondo al dritto e poi con l’incrocio delle traiettorie ha guadagnato la posizione e fa il record nel T1 e nel T2. Verstappen è 18″ davanti a lui. Tempi molto ravvicinati tra i primi 5: si passa dal 25″8 di Hamilton al 26″1 di Ricciardo. Raikkonen marca la miglior prestazione in gara: 1’24″254

    29/70 - Rientra Raikkonen, monta gomme supermorbide e dovrà sbarazzarsi di Alonso in pista, in fretta, per fare un buon risultato, nonostante la partenza a centro gruppo. E’ comunque settimo al momento, dalla 14ma piazza in griglia

    27/70 – Sosta di Perez. Situazione sempre stabile sulle posizioni conquistate in partenza, fatta eccezione per quella persa da Verstappen su Vettel. Perez, tra i primi, essendo decimo al momento, ha scelto la gomma media e dovrebbe puntare ad arrivare fino al traguardo senza più stop. Interessante la scelta della Force India, vedremo quali frutti porterà. Raikkonen deve guadagnare ancora circa 4-5″ per fare la sosta e rientrare davanti ad Alonso, per non trovarsi nel gruppo, però attualmente gira lentamente, causa gomme oramai molto vecchie e con 29 giri sulle spalle

    26/70 – I tempi di Hamilton e Rosberg adesso sono allineati a quelli di Ricciardo, 25″9, metnre Vettel è il più veloce in pista adesso: 1’25″8. Paga 7″6 a Hamilton

    25/70 - Vettel fa un ottimo 25″7, contro il 26″1 dei due Mercedes, che migliorano il ritmo ma pur sempre cedono 2 decimi a Ricciardo. Due secondi separano Sebastian da Daniel. Raikkonen gira in 26″4, contro il 26″1 di Verstappen, ora incollato a 6 decimi. Fermata per Massa, sceglie la gomma media; prima aveva effettuato il pit Kvyat, per passare a gomme supermorbide

    23/70 – Molto lento Hamilton e continua a condizionare Rosberg. Gira adesso in 26″4 per il secondo passaggio di seguito, Ricciardo in 25″999. Bene il 26″0 di Vettel e consistente anche il 26″5 di Raikkonen. C’è lotta ravvicinata per la 13ma posizione di Massa, che ha dietro Kvyat, Hulkenberg, Gutierrez, Grosjean, tutti a pochi decimi l’uno dall’altro. Si ferma ora Magnussen

    21/70 – Continua uno scenario insolito, girano lentamente Hamilton e Rosberg, sempre sul 26″ alto, contro il 25″8 di passo di Ricciardo. Vettel fa 26″2, Raikkonen 26″5, Verstappen 26″9. Rosberg sembra averne più di Hamilton, avendo ridotto a 9 decimi il divario. Attenzione a Ricciardo, se riuscirà a tenere il ritmo da 25″alto 26″0 nei prossimi giri

    18/70 - Da notare l’ottimo tempo di Raikkonen, fa 1’26″4, come Verstappen, che cerca ancora l’esterno in curva 2. Davanti Hamilton marca 26″4 al primo giro lanciato. Solo Palmer, al momento, è in pista con gomme supermorbide. Verstappen sta perdendo leggermente da Vettel, mentre cede 3 decimi a Ricciardo che ha aria libera davanti, visti i 7″5 di distacco da Rosberg. Nico si è portato a 1″ da Hamilton e gira 3 decimi più rapido. Non sono tempi straordinari questi primi delle Mercedes con le morbide, sono sul 26″ medio-alto contro il 25″9 di Ricciardo, molto in palla

    Classifica GP Ungheria F1 2016 (2)

    17/70 – Rosberg al pit, ritorna in pista dietro Hamilton, posizioni invariate dopo la prima fermata. Vettel ha guadagnato la posizione, ora Ricciardo fa il giro record: 1’25″4

    16/70 - Box per Hamilton e Verstappen, gomme morbide entrambi. Si fermano anche Sainz e Bottas. Verstappen ha perso la posizione su Vettel e rientra anche dietro Raikkonen! Importantissimo questo scenario, se Kimi riuscirà a tenerlo dietro e Kimi con maestria ce la fa, pur avendo gomma usata

    15/70 - Sosta di Ricciardo, copia la strategia Ferrari per non subire il sorpasso. Ai box anche Alonso, mentre Ricciardo resta davanti a Vettel. Aspettiamo al prossimo giro Verstappen. I due Mercedes sono ancora i più veloce di tutto il gruppo, marciano sul 25″8 contro il 27″4 di Verstappen. Ricciardo è in lotta con Bottas per non perder tempo e cerca di passarlo, ma non ha spazio.

    14/70 - Attenzione, Vettel è il primo dei piloti di testa a fermarsi. Riparte con gomma morbida. Hulkenberg e Grosjean lo seguono, Raikkonen ha adesso Sebastian davanti che può provare l’undercut

    11/70 - Hamilton vola via, porta a 2″5 il margine su Rosberg. Entrambi sono gli unici ad avere un passo da 25″6-25″9. Miglior giro personale per Alonso in 27″1. Raikkonen gira in 27″9 e si trova a 27″7 da Hamilton.

    10/70 - Accelerano le Mercedes, il ritmo scende sotto l’1’26″ e Hamilton marca 1’25″6, Ricciardo cede ora 4″7 al leader e per la terza posizione ha Vertrappen e Vettel da curare. Sebastian riesce a riportarsi sotto a Max, davanti di 1″6, Raikkonen, pur essendo a 7 decimi da Grosjean, non riesce a trovare lo spazio per tentare il sorpasso. Nasr al box per cambiare le gomme

    9/70 – Altro giro veloce di Hamilton, in 1’26″345, Rosberg prova a rispondere e sta realizzando i migliori parziali intermedi, ma la differenza a fine giro tra i due è di appena 5 centesimi a favore di Nico. Ricciardo rimedia 6 decimi in questo passaggio. Drive Through inflitto a Button per il team radio vietato. Vettel ora gira meglio delle Red Bull, in 26″4

    8/70 - Rientra alla fine Button. Davanti non si registrano novità di sorta, Verstappen amplia sempre più il margine su Vettel, ora è di 2″3. Jenson è sotto indagine dei commissari per una comunicazione radio vietata ricevuta dal muretto box.

    6/70 – Button resta in pista, dal box gli dicono di non rientrare, potrebbe essere rientrato il problema. Raikkonen è in scia di Grosjean, dovrà cercare il sorpasso. Vettel ora sale a 27″1, abbiamo Hamilton con 1″2 su Rosberg e 2″6 su Ricciardo. Ci avviciniamo al “fatidico” decimo giro in cui dovrebbero iniziare i pit-stop

    Classifica GP Ungheria F1 2016

    5/70 - Problemi per Button ha il pedale che va a fondo corsa, lo stanno passando tutti. Guadagnano una posizione i piloti dietro Sainz. Entra nella top tean Grosjean, che ha Raikkonen a 7 decimi. Problema di pressione idraulica sulla McLaren, Button prova rientrare ai box. Davanti intanto Rosberg risponde a Hamilton, recupera 2 decimi. Girano bene sul 26″7-26″9 sia le Red Bull che Vettel.

    3/70 - Hamilton sta spingendo a fondo e ha un margine di 1″4 su Rosberg. Ricciardo è a 8 decimi da Nico con 6 decimi su Verstappen. Vettel è distanziato di 9 decimi, poi già un chiaro gap, 1″7 prima di trovare Alonso. Raikkonen ha passato anche Perez, altra posizione recuperata, dopo quella persa al via. Giro record di Hamilton, 1’26″873. Verstappen ampia il gap su Vettel, portandono a 1″7

    1/70 – Si spengono i semafori, parte il Gran Premio d’Ungheria 2016! Dalla pole Rosberg scatta male e Hamilton lo affianca, dietro le Red Bull, poi Vettel, ma in curva 1 gira secondo Ricciardo, e prova l’attacco su Hamilton in curva 2. Rosberg cerca di riprendersi la posizione e ce la fa: Hamilton, Rosberg, Ricciardo, Verstappen, Vettel, Alonso, sainz, Button, Bottas e Hulkenberg dopo 5 curve. Gran partenza di Ricciardo, Rosberg ha perso metri proprio nello spunto. Raikkonen è 14mo.

    14:00 – Via al giro di formazione

    13:57 - Tutti i primi 10 partono ovviamente con gomme supermorbide, stessa scelta per Grosjean, Gutierre,z Nasr, Magnussen e Wehrlein. Su gomme morbide sia Kvyat che Perez, Raikkonen, Palmer, Massa, Haryanto ed Ericsson

    13:50 - A 10 minuti dal via sale ancora la temperatura, siamo a 53° C. Paul Hembery prevede che il primo pit arriverà entro i 10 giri

    13:35 - Fa un gran caldo a Budapest, l’asfalto è già a 52° C. Soffriranno le gomme supersoft nel primo stint con pieno di carburante. Piloti che stanno effettuando gli out-in di routine

    13:30 – Pitlane aperta, 15 minuti per schierarsi

    13:15 – A 45 minuti dal via, diamo uno sguardo a quelle che potranno essere le strategie. Dovrebbe essere una gara per tutti su 2 soste, a meno di scelte alternative da parte di chi è dietro. Attenzione a Raikkonen, che potrebbe iniziare la gara con gomma morbida o anche media, per uno stint molto più lungo di chi partirà tra i primi 10, con gomme supermorbide. Pirelli raccomanda uno stint massimo di 29 giri con gomme morbide, 14 giri con le supermorbide. La strategia più veloce prevede due soste, partenza con le morbide, pit al giro 29, altri 29 passaggi con le soft e poi 12 giri con supersoft. Seconda alternativa più rapida, tre fermate, tre stint con supersoft, ciascuno da 14 giri, poi uno da 28 giri con le morbide

    1. Rosberg 2. Hamilton

    3. Ricciardo 4. Verstappen

    5. Vettel 6. Sainz

    7. Alonso 8. Button

    9. Hulkenberg 10. Bottas

    11. Grosjean 12. Kvyat

    13. Perez 14. Raikkonen

    15. Gutierrez 16. Nasr

    17. Palmer 18. Massa

    19. Magnussen 20. Wehrlein

    21. Haryanto Ericsson dai box

    Qualifiche: Rosberg in pole beffa Hamilton | Vettel: “Potevo stare tra i primi tre” | Rosberg e l’azzardo sotto bandiera gialla

    12:45 – «Speriamo di recuperare posizioni e finire sul podio, possiamo comunque fare una bella gara partendo quinti. In generale siamo competitivi di domenica, possiamo attaccare e vedremo cosa riusciremo a fare, è una gara lunga», prevede Vettel

    12:40 – «Il quarto posto è soddisfacente perché le qualifiche sono state difficili, tutto è possibile, qui andiamo bene, speriamo di partire bene e tenere d’occhio gli avversari sin dal via, poi vedremo», racconta Max Verstappen

    12:35 – «Sono consapevole di tutti quelli che sono intorno, sarà una gara difficile come al solito», dice Hamilton sulla “minaccia” Red Bull

    12:30 - Buona domenica, appassionati di Formula 1. Dopo una qualifica scoppiettante ieri, tra 90 minuti si spegnerà il semaforo in griglia e prenderà il via il GP d’Ungheria. Restate aggiornati sotto l’ombrellone con la nostra cronaca in diretta!

    In attesa dell’inizio del Gran Premio d’Ungheria, mettiti alla prova con il nostro quiz!

    2749

    PIÙ POPOLARI