Ducati avvantaggiata? Domenicali detta le regole della nuova Superbike?

Domenicali detta le regole della nuova Superbike?

da , il

    sbk 1200

    Domenicali, già ampiamente noto al popolo della MotoGP con la Ducati, sta provando a dettar legge anche nella classe “sorellina”, la SBK.

    Nuove regole in vista per la Superbike, norme non ancora scritte che potrebbero stravolgere e sconvolgere il regno di Biaggi e Bayliss.

    La proposta nient’altro che utopistica di una nuova cilindrata da 1200cc per le super-bicilindriche ha fatto storcere il naso a molti e sembra esser stata come un elefante in una cristalleria.

    A metter le cose in chiaro, ancora una volta, il verace Virginio Ferrari, Team manager Kawasaki PSG-1, che armato di buona volontà e di piglio schietto e combattente ha puntualizzato su alcune “cosette” che non andrebbero a genio di piloti e team. Motosprint e MotoTV hanno seguito in diretta la diatriba che non è piaciuta a Paolo Ciabatti, Project Leader SBK, che ha subito replicato.

    La Kawasaki fa parte della MSMA che ha ratificato l’ingresso delle bicilindriche di 1200cc.. nella riunione che si è tenuta a giugno al Mugello – afferma Ciabatti – Lo stesso campionato inglese e pure quello americano hanno seguito la nostra stessa strada,anzi in questi campionati le due e le quattro cilindri hanno lo stesso limite di peso,non ci sono gli air restrictor, nè è prevista alcuna revisione a stagione già iniziata. Non credo che gli organizzatori del mondiale e dei due campionati nazionali piu’ importanti si siano coalizzati per far vincere Ducati, tra l’altro FG Sport ha preso le misure necessarie se si dovesse verificare durante il campionato che la Ducati è avvantaggiata.

    La diatriba continua non finisce qui.

    Si attendono repliche su repliche, puntualizzazioni, revisioni, cambi di bandiera e cambiamenti nel regolamento…

    …dà così fastidio che la Ducati sia tanto forte?