Ducati: Barbera, la voglia del debuttante

Hector Barbera non vede l'ora di cominciare la sua nuova avventura in MotoGP

da , il

    ll pilota valenciano, Hector Barbera dopo aver trascorso parte dell’inverno ad eseguire un’accurata preparazione fisica, non vede l’ora di cominciare la nuova stagione della classe regina 2010. Infatti, potremo avere un primo assaggio di MotoGP, le competizioni inizieranno solo il prossimo undici aprile, con i primi test che si svolgeranno, a febbraio, sul tracciato di Sepang. Lo spagnolo della Ducati Aspar sarà l’unico pilota a rapresentare il proprio team, ma dalle sue stesse parole, non sembra avvertire il peso di sentirsi leader della sua squadra e punta a fare bene già dai prossimi test.

    Il fresco pilota della Ducati Aspar, Héctor Barbera, dopo essersi esibito con risultati apprezzabili negli ultimi test di Valencia, non vede l’ora che il circus della MotoGP 2010 cominci di nuovo il suo ciclo con le prossime prove che si svolgeranno sulla pista di Sepang nel mese di febbraio.

    In attesa del primo test della classe regina programmato sul circuito malese, lo spagnolo si è mostrato entusiasta di iniziare la propria avventura con la Ducati Desmosedici nella top class del Motomondiale.

    Il centauro 23enne della Desmo satellite giungerà in Malesia con una preparazione fisica, frutto di un intenso programma di lavoro, mirato soprattutto all’aumento della forza sulle braccia. Inoltre, il rider del team Aspar potrà contare anche su un maggior dominio della lingua inglese, fondamentale per una totale integrazione nella classe regina. Insomma, il talento spagnolo cerca di curare ogni minimo dettaglio per presentarsi al top sui blocchi di partenza della classe regina.

    Per Barbera, le prove di Sepang saranno una buona occasione per prendere fiducia sulle potenti MotoGP: “sarà il primo vero test con il mio team, e con tutte le cose al proprio posto. Insieme ai tecnici inizieremo a sviluppare la moto e ha fissare un motodo di lavoro. Sarà presto per trarre conclusioni, si può rompere la moto il primo giorno e questo cambierebbe totalmente le cose, o può semplicemente piovere…Ad ogni modo abbiamo grande voglia di iniziare con tutti i piloti in pista”.

    Tra le altre cose, Hector comincerà la sua nuova avventura come unico pilota del team Aspar Ducati, ma lo spagnolo non sembra accusare particolare tensione e pressione per la pesante responsabilità che grava sulle sue giovani spalle: “negli ultimi due anni sono stato il pilota di punta del mio team e credo di aver appreso ad essere un leader. Non è ne una pressione ne una responsabilità, è semplicemente un orgoglio. Sono molto motivato. Il team non mi mette pressione, ma al contrario mi trasmette energia e forza, per questo tutto è molto più semplice”.