Ducati : Capirossi limita i danni. Hofmann non trova il feeling.

da , il

    Loris Capirossi - team Ducati

    Loris Capirossi 9° e Alex Hofmann 13° : è questo il bilancio del team Ducati dopo il GP di Donington in Gran Bretagna.

    Analizzando la gara, lo stato di forma dei piloti, il feeling che questi hanno con la loro moto, possiamo tracciare qualche considerazione: il pilota italiano è ancora troppo condizionato dalle botte subite nel GP di Catalogna e, nonostante i giorni di riposo “forzato”, non è riuscito a disputare un Gran Premio all’altezza delle sue possibilità, fortemente limitato dallo straziante dolore.

    Alex Hofmann, dal canto suo, non è ancora riuscito a trovare la giusta intesa con una Desmosedici difficile da mettere a punto in così poche gare, la sua prestazione era destinata ad essere non proprio brillante, appena sufficiente per trovare qualche posizione in zona punti.

    Ora per il Ducati team c’è la nuova sfida del Sachsenring in Germania dove ritroverà (forse) la classe di Sete Gibernau e un Loris Capirossi con una forma migliore vista la settimana a disposizione per ritrovare vigore e mentalità.

    Loris Capirossi : “Oggi è andata un po’ meglio rispetto ad Assen ma sono a pezzi, fatico parecchio e non riesco a guidare come voglio. Stamattina ho visto la pioggia e ho sorriso, per il bagnato avrei avuto le gomme giuste, ma al meteo non si comanda. Oggi dopo una decina di giri la gomma posteriore ha cominciato a scivolare e io a sentire molto dolore. Ho cercato di tenere dietro Randy (De Puniet) e di arrivare in fondo. Adesso un po’ di risposo mi farà molto bene e spero di arrivare al Sachsenring in forma, altrimenti andremo incontro a un altro weekend in salita. Queste ultime tre gare non ci hanno reso giustizia, noi meritiamo molto più che non lottare per l’ottava o la nona posizione, e questo mi rammarica“.

    Alex Hofmann : “Ho avuto problemi per tutto il weekend. Per la gara ho scelto una gomma posteriore piuttosto dura, che all’inizio non mi dava fiducia. Quando sono riuscito a prendere il ritmo, ho girato piuttosto bene e sono andato a prendere Carlos (Checa), ma subito dopo ho cominciato a perdere aderenza e non sono riuscito a mantenere quel passo. Sono molto dispiaciuto perché probabilmente questa è stata la mia ultima gara con la squadra ufficiale e ci tenevo a concluderla nel migliore dei modi, volevo far meglio che ad Assen invece è stato il contrario. Comunque abbiamo fatto il massimo e ringrazio ancora tutti quanti mi hanno permesso di fare questa bellissima esperienza“.

    Livio Suppo (Responsabile progetto Ducati MotoGP): “Ringrazio Loris, che oggi ci ha regalato un’altra delle sue prestazioni eroiche, e anche Alex, che in questi due weekend con noi ha fatto un buon lavoro. Terminiamo un altro fine settimana difficile, in cui Loris ha girato poco in prova per cercare di non stancarsi troppo e Alex non è riuscito a entrare perfettamente in sintonia con il nostro “pacchetto” moto-gomme. Questo non li ha di certo facilitati nella preparazione della gara. Lo scorso anno qui abbiamo faticato parecchio sull’asciutto: ora abbiamo fatto un gran passo avanti ma occorre migliorare ancora. Ora abbiamo una decina di giorni di riposo, che mi auguro possano servire a Loris e Sete per rimettersi al meglio dai loro infortuni e arrivare a Sachsenring in forma. Un grazie a tutti i nostri partner tecnici ed in particolare a Shell Advance, che come sempre ci hanno sostenuto anche in queste difficili gare.