Ducati: Casey Stoner vuole la prima vittoria

Casey Stoner è deciso a conquistare la prima vittoria della sua MotoGP 2010, visto che non è riuscito ancora ad ottenere un successo in quella che sarà l'ultima stagione in rosso

da , il

    Il campione del mondo 2007, Casey Stoner e la Ducati sono ancora alla ricerca del primo successo stagionale del 2010 adesso che la MotoGP 2010 arriva sul tracciato internazionale di Indianapolis. La casa motociclistica italiana ha sostenuto dei test nel post Gran Premio di Brno, dove nel poco tempo a disposizione i tecnici hanno provato una nuova forcella, che potrebbe essere utilizzata anche nella prossima gara del Motomondiale. Stoner vuole vincere anche per regalare un successo agli uomini della Desmo nell’ultimo anno che vestirà i colori di Borgo Panigale.

    Il centauro australiano della Desmosedici, Casey Stoner è deciso ad ottenere la sua prima vittoria del 2010 sul tracciato di Indianapolis, al fine di ottenere un successo in quella che sarà l’ultima stagione con i colori della Ducati.

    I tecnici della Rossa hanno testato a Brno un nuovo tipo di forcella che potrebbe debuttare nella prossima gara del Motomondiale, per aiutare l’australiano a conquistare la prima posta grossa del suo mediocre anno.

    Il 2010 di Casey rischia di chiudersi a zero vittorie, un anno cominciato con la firma sul contratto Honda, un affare che lo ha distratto ulteriormente dagli obbiettivi di inizio stagione: il titolo iridato.

    Come se l’Inter di Benitez partisse per vincere tutto e alla fine rimedierebbe solo un piazzamento nell’inutile Europa League: sarebbe un fallimento. Praticamente la stessa fine che ha fatto Stoner grazie alle sue meravigliose cadute, alle prestazioni da quinto posto e all’incapacità di opporsi al leader iridato, Jorge Lorenzo.

    Solo ultimamente, il Canguro Mannaro è stabilmente a podio, ma è lontanto dalla sua forma migliore, uno smalto perso dopo i problemi psicofisici del 2009, che lo hanno estromesso dai giochi per tre gare. Ma come, Rossi e De Puniet fanno a gareaper rientrare con una gamba sola e l’australiano per una bua al pancino si chiama fuori? Cause del malessere: sconsciute; mai sentito una voce ufficiale che ci spiegasse cos’è successo a Stoner?

    Tornando a noi, l’australiano ha girato pagina e vuole ricominciare da Indianapolis: “proveremo anche qualche regolazione per il posteriore che nei test abbiamo provato per qualche giro, ma che a loro volta hanno bisogno di ulteriori verifiche. Aspetto con piacere il GP perché è una pista dove nel 2008 ci siamo trovati abbastanza bene, nonostante il tempo pazzesco. L’anno scorso sfortunatamente non c’ero”.