Ducati: il punto sul Pramac Racing Team

Paolo Campinoti, Team Principal del Pramac Racing, fa il punto sul mondiale MotoGP appena concluso e parla delle future strategie della scuderia

da , il

    Paolo Campinoti, Team Principal del Pramac Racing, fa il punto sul mondiale MotoGP appena concluso e parla delle future strategie della scuderia. Per il team satellite Ducati il 2009 è stata una stagione di transizione durante la quale è stato difficile soprattutto trovare stabilità nel parco piloti: Pramac ha inizialmente schierato sulla griglia di partenza Mika Kallio e Niccolò Canepa, poi ha sostituito il finlandese con Aleix Espargaró; quindi è tornata al duo Kallio-Canepa, ma a Phillip Island il pilota italiano si è infortunato ed Espargaró ha corso gli ultimi due gran premi…

    Credo di poter dire che siamo il team “Ducati Bis” e non un team satellite Ducati!

    Il Pramac Racing Team è ambizioso e lo dimostrano le parole di Paolo Campinoti. Anche quest’anno, nonostante il continuo viavai di piloti che di sicuro ha influito sulle prestazioni, la scuderia è rimasta competitiva. Basti ricordare che Kallio ha vinto il titolo di “Rookie of the Year”.

    L’obiettivo era trovare stabilità nella scuderia e credo che sia stato portato a termine. Guardiamo alla prossima stagione con grandi speranze,” ha dichiarato Campinoti, “Manterremo i due piloti con cui abbiamo corso a Valencia, Kallio ed Espargaró, e siamo felici. I progressi che abbiamo mostrato nel finale di stagione ci permetteranno di presentarci più forti nella prossima.

    Certa la collaborazione don la Ducati, per il campionato MotoGP 2010 il Pramac Racing Team confida molto nella crescita di Kallio, così come su un veloce inserimento di Espargaró: Campinoti lo vorrebbe addirittura miglior esordiente, ma con avversari del calibro di Marco Simoncelli e soprattutto Ben Spies la vediamo dura… Quest’anno con i rookies della classe regina ci sarà da divertirsi!