Ducati “mai come adesso”: Stoner limita i danni, Melandri non c’è

Ducati "mai come adesso": Stoner limita i danni, Melandri non c'è

da , il

    casey stoner

    Week-end gramo per la Ducati GP8 di Casey Stoner e Marco Melandri all’Estoril.

    La casa italiana riesce a racimolare proprio pochi punti per la corsa al Mondiale 2008 e anzi, nel flop più o meno generale, Casey è l’unico che riesce a portare a casa qualche punticino che può sempre tornar utile.

    A fine gara, le parole del”australiano e dell’italiano non sono preoccupanti, ma gettano qualche alone, soprattutto sul periodo di Macio.

    E’ incredibile quello che è successo oggi, – dice Casey Stoner - abbiamo avuto un problema non dipendente dalla moto sin dalle prime fasi della gara. All’inizio non riuscivo a capire cosa stesse succedendo ho temuto che si stesse staccando qualcosa di importante dalla moto e ovviamente tutto questo costituiva una distrazione pazzesca. Questo pezzo che sbatteva a volte bloccava lo sterzo a volte la frizione. E’ stato davvero difficile poi in qualche modo mi ci sono adattato. Ogni volta che passavo sul rettilineo lo mettevo dentro la carena ma ogni volta poi l’aria lo ributtava fuori, è stato davvero frustrante. Senza questo problema probabilmente avremmo potuto fare meglio ma in fondo credo che questo risultato vada visto in una luce positiva. Non è stato un buon week-end per noi in generale ma quello che è successo in gara non è stato un problema della moto, solo una di quelle cose che ti possono capitare. Dobbiamo continuare a lavorare per la Cina, una pista che in teoria dovrebbe essere migliore per noi e sperare di avere un po’ più di fortuna“.

    Gli fa eco Macio, che aggiunge: “Il risultato della gara è la conseguenza di un week end difficile, durante in quale non abbiamo mai trovato una soluzione soddisfacente per la messa a punto della moto. Posso solo sperare che queste due ultime gare siano state le più difficili per noi e che si possa ripartire dalla Cina in una situazione a noi più favorevole

    Sembra propro che Macio debba ancora trovare il suo feeling con la nuova GP8. Speriamo anche noi che la cina porti consiglio.