Ducati, Stoner: “guardare avanti gara per gara”

Dopo aver cominciato la stagione con tre cadute nelle prime tre gare, Casey Stoner preferisce non fare drammi e cercare di tornare a vincere non pensndo più alla vittoria finale del mondiale della MotoGP, ma concentrandosi gara dopo gara

da , il

    Mentre le prestazioni di Nicky Hayden continuano a migliorare, Casey Stoner non poteva cominciare la sua stagione in modo più negativo con questo inizio del Motomondiale 2010, classe MotoGP. Il pilota australiano della Ducati, dopo 3 gare, ha guadagnato solamente la miseria di 11 punti, in graduatoria generale e soprattutto è ad un abisso dal leader della classifica Jorge Lorenzo, lontano ben 59 lunghezze. Inoltre, in prova, il campione del mondo 2007 non accusa problemi, mentre in gara viene tradito spesso dall’anteriore della sua Desmo GP10.

    Dopo aver cominciato la stagione con due cadute nelle prime tre gare della MotoGP 2010, Casey Stoner preferisce non fare drammi e cercare di tornare a vincere non pensando più alla vittoria finale del mondiale del titolo iridato, ma concentrandosi gara dopo gara.

    In vista del Mugello, dove nello scorso Motomondiale, Casey ottenne una vittoria dal sapore speciale, togliendo le chiavi di casa al padrone indiscusso Valentino Rossi, Stoner dovrà cercare di risolvere i problemi di aderenza dell’anteriore sulla sua Desmosedici, che probabilmente ne hanno causato le cadute sui tracciati di Losail e Le Mans.

    L’australiano campione del mondo 2007 non vuol far più proclami di rimonta, visti i risultati ottenuti, ma preferisce tenere un profilo basso ed evitare che la vetta mondiale, già distante a 59 punti, si allontani sempre più: “ovviamente arriviamo al Mugello in un momento non positivo ma questa è la situazione e dobbiamo cercare di guardare avanti, gara per gara, senza pensare al campionato. Quello che mi interessa di più adesso è cercare di capire come risolvere i problemi che abbiamo avuto in diverse situazioni con l’anteriore. Abbiamo alcune cose da provare al Mugello e faremo del nostro meglio per raggiungere questo obiettivo. La moto va bene e abbiamo il passo per lottare con i primi quindi dobbiamo continuare a lavorare”.