Ducati test Mugello 2012, Preziosi: siamo soddisfatti dei risultati

da , il

    rossi_mugello_gp12_4

    Si è conclusa la tre giorni di test che la Ducati ha organizzato sulla pista del Mugello per testare alcune novità elettroniche che dovrebbero rendere il motore un po’ più dolce, dopo che il pilota Franco Battaini ha portato in pista per primo le novità rilasciate dal reparto corse, è stata la volta di Valentino Rossi e Nicky Hayden che sono scesi in pista a partire dal pomeriggio della seconda giornata di test (visto che la mattina la pioggia ha impedito ai piloti di girare) e per tutta la giornata di oggi portando avanti il lavoro sulle varie configurazioni del motore e sull’elettronica della moto. In questa ultima giornata i piloti e tutto il team erano anche più interessati ai risultati cronometrici per capire se il lavoro di Filippo Preziosi sta dando i suoi frutti e gli uomini Ducati hanno preso la giusta direzione.

    Valentino Rossi e Nicky Hayden hanno completato rispettivamente 76 ed 81 giri, provando varie configurazioni di motore, elettronica e ciclistica, oltre a un inedito forcellone in alluminio.

    Il motore che i piloti hanno provato in questi tre giorni, non potrà essere usato già dalla prossima gara, se i risultati saranno positivi, ma dovremo attendere il gran premio di Silverstone che si correrà il 17 Giugno, per vedere l’eventuale debutto di questa versione del motore desmodromico in un gran premio! Questo in vista del nuovo regolamento del Motomondiale per cui il numero dei motori disponibili per una stagione è stato limitato a sei; nell’ultima giornata i piloti del team Ducati hanno portato in pista anche una moto con alcune modifiche alla ciclistica, Ducati ha infatti portato un nuovo forcellone in alluminio provato nell’ordine prima da Hayden e poi da Rossi, questa novità era però stata precedentemente già testata come sempre dal collaudatore Battaini e solo in un secondo momento è passata al vaglio dei piloti ufficiali.

    Dichiarazioni confortanti sui risultati di questi test sembrano arrivare anche dalle parole di Davide Brivio diffuse tramite Twitter “Il test sta andando abbastanza bene. Piccoli miglioramenti qui e la.. Si sta lavorando e stasera sarà possibile fare un bilancio.. Dopo Hayden ora tocca a Valentino Rossi provare il forcellone in alluminio“.

    Anche Filippo Preziosi è stato soddisfatto per questa sessione di test, come lo dimostrano le sue parole: “Questa sessione di test si è rivelata molto utile, perchè siamo riusciti ad a fare tutto quello che avevamo programmato e abbiamo avuto indicazioni incoraggianti su alcune aree della moto. Abbiamo lavorato su diverse parti: elettronica, motore e ciclistica, tra le quali un forcellone in alluminio. Dobbiamo cercare e trovare la strada giusta, la risposta ai nostri dubbi l’avremo nelle prossime piste di Barcellona e Aragon”.