Ducati ufficializza la cessione all’Audi

Da Borgo Panigale arriva la conferma ufficiale della vendita della Ducati all'Audi, facente parte di Volskwagen

da , il

    ShowPublicPhotoqqq

    La notizia della vendita della Ducati, era ormai già data per certa da diversi organi di informazione nazionali e non, ma nella giornata di giovedì è arrivato l’annuncio ufficiale che Investindustial, il gruppo di Andrea Bonomi, ha raggiunto un accordo economico con l’Audi AG per la vendita di Ducati Motor Holding SpA alla società facente parte del Gruppo Volkswagen. Operazione economica che adesso è al vaglio dell’approvazione da parte dell’autorità dell’antitrust.

    La Ducati, da oggi è ufficialmente passata in mani tedesche, precisamente all’Audi, che fa parte del gruppo della VolskWagen. Questo in virtù del comunicato divulgato dalla Casa motociclistica di Borgo Panigale, che però non menziona le cifre economiche dell’operazione, che si dovrebbe aggirare su un totale di circa 860 milioni di euro.

    Ecco parte del comunicato che sancisce il passaggio di proprietà all’Audi: “Ducati è cresciuta molto sotto la nostra guida, grazie ad un intenso turnaround industriale e a una spinta commerciale su nuovi mercati in rapida crescita. Siamo convinti che la società, nelle mani capaci di Audi, continuerà ad avere un futuro estremamente positivo e ricco di soddisfazioni per i clienti e per i lavoratori dell’azienda” ha commentato Andrea Bonomi, il cui gruppo di investimento era a capo della Ducati dal 2006. Reputiamo che Audi sia il partner migliore per continuare il processo di globalizzazione che è già stato avviato con successo. Il management team, guidato da Gabriele Del Torchio e tutto il personale qualificato e appassionato di Ducati hanno svolto un ruolo fondamentale nel trasformare l’azienda in un marchio globale, sviluppando alcuni dei modelli di moto più interessanti attualmente sul mercato”.

    Ed infine un tono che sembra quasi rassicurare i tifosi e gli amanti della Rossa, sul loro timore più grande, cioè uno “snaturamento del marchio italiano” che faccia perdere le peculiarità nostrane: “Sono convinto che Audi si dimostrerà una nuova proprietà responsabile e capace, in grado di preservare le competenze tecnologiche dei dipendenti italiani dell’azienda per realizzare un ulteriore processo di crescita di Ducati. Il Gruppo ha una clientela fedele e in crescita, che sarà ben tutelata, grazie alla presenza globale e all’eccellenza tecnica di Audi e del gruppo Volkswagen”.