Ducati vuole fare bene coi team satellite

Ducati vuole fare bene coi team satellite

Jorge Aspar Martinez, il boss della scuderia, ha parlato in termini postitivi della filosofia Ducati coi team satellite: la casa di Borgo Panigale ha lasciato alla Aspar le moto 2009 di Casey Stoner e Nicky Hayden, dimostrando che che si investe molto anche sui team satellite

da in Ducati MotoGP, Hector Barbera, MotoGP 2017
Ultimo aggiornamento:

    Il Team Aspar è all’esordio quest’anno in MotoGP con una Ducati satellite pilotata dallo spagnolo Hector Barbera
.
    Jorge Aspar Martinez, il boss della scuderia, ha parlato in termini postitivi della filosofia Ducati coi team satellite: la casa di Borgo Panigale ha lasciato alla Aspar le moto 2009 di Casey Stoner e Nicky Hayden, dimostrando che che si investe molto per rendere il marchio vincente.

    La Ducati ci ha lasciato le moto di Stoner e Hayden utilizzate nel 2009,” ha dichiarato Martinez, “In Ducati sono intenzionati a rendere le cose migliori per i team satellite.

    Il paragone con la Moto2 e con l’Aprilia è implicito: Jorge Aspar Martinez si è più volte lamentato di come il ritiro della casa di Noale dalla nuova categoria abbia creato dei problemi al suo team, che aveva puntato sul marchio italiano per la moto che il campione del mondo della classe 125, lo spagnolo Julian Simon, avrebbe dovuto pilotare.

    Casey Stoner è incredibile, ma credo che Ducati desidera far bene anche con i Team satellite,” ha dichiarato Martinez, “Per loro è importante, perché adesso c’è un immagine nella quale sembra che vada forte solo Stoner.

    Ma non è così e vogliono dimostrare che le loro moto sono competitive come le altre: basti pensare che i team satellite Ducati sono regolarmente nel gruppo dei primi dieci.”

    Più soddisfazioni dalla MotoGP che dalla Moto2, dove Hector Barbera ha già mostrato un buon feeling con la sua Ducati Desmosedici: “In linea di principio, i primi due test MotoGP mi hanno fatto molto felice con i risultati, con i tempi e il lavoro di Barbera,” ha concluso Martinez, “Nel primo test ci ha sorpreso percorrendo più di 260 giri a Valencia e Jerez.

    349

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ducati MotoGPHector BarberaMotoGP 2017
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI