Ecclestone, liberata la suocera rapita il 22 luglio. Risarcimento record non pagato

Ecclestone, liberata la suocera rapita il 22 luglio. Risarcimento record non pagato

La madre di Fabiana Flosi sequestrata venerdì scorso a San Paolo

da in Bernie Ecclestone, Formula 1 2017
Ultimo aggiornamento:
    Ecclestone, liberata la suocera rapita il 22 luglio. Risarcimento record non pagato

    La polizia di San Paolo in Brasile ha liberato la suocera del patron della Formula 1, Bernie Ecclestone, rapita il 22 luglio. “La donna si trova ora al sicuro e gli agenti hanno arrestato due uomini”, ha fatto sapere la squadra anti-rapimento della polizia di San Paolo che ha fatto irruzione in un covo nella città di Cotia. “Le operazioni continuano”, si legge nella nota in cui non vengono forniti ulteriori dettagli. Secondo quanto riportano i media locali, gli agenti sarebbero sulle tracce di altri membri del banda. Per il rilascio della donna, Aparecida Schunck Flosi Palmeira di 67 anni, erano stati chiesti 36,5 milioni di dollari. Un riscatto che, secondo quanto riporta il quotidiano O Globo, non sarebbe stato pagato.

    Aparecida Schunck è stata rapita. La notizia lascerebbe indifferenti se non fosse che la signora, 67enne, è la suocera di Bernie Ecclestone e madre di Fabiana Flosi (nella foto), moglie del gran capo della Formula 1. Le prime notizie che arrivano dal Brasile segnalano il rapimento nella notte di venerdì scorso, a San Paolo, con la donna rapita vicino alla propria abitazione.
    Commenti ufficiali da parte di Ecclestone e della polizia brasiliana si fanno attendere, così come la conferma della somma chiesta per la liberazione. Secondo fonti di stampa brasiliana, i sequestratori avrebbero chiesto 120 milioni di reais.

    Al cambio attuale fanno oltre 33 milioni di euro. Cifra esorbitante, la più alta mai chiesta per un riscatto in Brasile, con i sequestratori chiaramente al corrente dell’immensa disponibilità economica di Ecclestone, valutata in oltre 3 miliardi di dollari.

    Ecclestone ha sposato Fabiana Flosi nel 2012, allora 34enne, tre anni dopo averla conosciuta in occasione del Gran Premio del Brasile. La situazione nel Paese è caotica e il sequestro arriva a pochi giorni dall’apertura delle Olimpiadi, nonché a ridosso degli arresti della polizia che ha sventato l’organizzazione di un attentato terroristico programmato proprio in concomitanza dei Giochi. Una gravissima crisi economica fa da sfondo alle tensioni sociali e i problemi di sicurezza.

    Sequestri di persona sono tristemente ancora d’attualità, dopo un record di un sequestro ogni 27 ore registrato nel 2002. Ricordiamo anche l’episodio che vide coinvolto Jenson Button e la compagna Michibata nei giorni del gran premio a Interlagos, con un tentativo di sequestro per fortuna non andato a buon fine. Era il 2010.

    433

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bernie EcclestoneFormula 1 2017