F1 2008: la Prodrive guarda alla McLaren e… pensa in grande!

La Prodrive è il dodicesimo team di Formula 1

da , il

    Prodrive David Richards F1 2008

    Ricordiamo che dal 2008 la FIA non accetterà più nuove iscrizioni per entrare in Formula 1. L’ultimo team ad aver ottenuto la licenza è stata la Prodrive .

    Attorno alla struttura di questo dodicesimo team, però, ci sono ancora molti misteri.

    L’unica certezza, invece, si chiama David Richards, vecchia conoscenza dell’ambiente.

    Richards ha tutta l’aria della vecchia volpe per come si sta muovendo politicamente e non, per dare al suo team un certo risalto già al debutto.

    Secondo alcune indiscrezioni molto insistenti, infatti, la Prodrive diventerebbe una sorta di team B della McLaren Mercedes, prendendone motori e telai. Quest’ultimi, lo ricordiamo, dal 2008 potranno essere liberamente venduti al pari di quanto già avviene per i propulsori.

    L’idea è decisamente verosimile. La McLaren non ha mai nascosto la volontà di formare un secondo team. Purtroppo la cordata guidata da Jean Alesi non è riuscita ad ottenere la licenza. La Prodrive, ancora in cerca di telaio e motore, potrebbe perciò essere un partner ideale per il team di Woking.

    Maggiori dettagli sulla situazione del team di David Richards verranno svelati durante il GP di Gran Bretagna, a metà stagione 2007. Tra i tanti nodi da sciogliere c’è anche quello dei piloti che vede – guardacaso – il giovane tester della McLaren Gary Paffett in pole position.

    Nell’attesa, Richards ha fatto sapere che ha già trovato l’accordo per lo sponsor principale e che, con un budget di poco superiore a 100 mila dollari, la Prodrive si porrà l’obiettivo di entrare tra i primi otto già al suo debutto.

    Sul fronte McLaren, invece, Ron Dennis ha un po’ gelato gli entusiasmi. Ma la sua sortita ha tutta l’aria della pretattica da “trattativa in corso”…