F1 2010: Alonso attende il verdetto della FIA e sogna il podio di Monza

Grande attesa in queste ore in casa Ferrari

da , il

    Alonso

    Mentre il Circus e il pubblico della Formula1 sono in attesa che la FIA si pronunci in merito alla penalità da infliggere alla Ferrari per la questione dell’ordine di scuderia nel corso del gran premio di Germania, Fernando Alonso riaccende la passione dei tifosi del cavallino e promette di regalar loro la vittoria a Monza (o quantomeno di tentare il tutto e per tutto). La Federazione intanto delibera su altre due questioni per la stagione 2011: arriva il gran premio d’India e i team in gara rimarranno dodici.

    FERNANDO ALONSO. In un’intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport, il pilota della Ferrari ha parlato dei due appuntamenti più prossimi e importanti di questa stagione per lui e la sua squadra: l’attesa della decisione della FIA per la questione degli ordini di scuderia nel gran premio di Germania, e il gran premio di Monza, gara di casa per il cavallino e appuntamento importantissimo in ottica mondiale. Se il pilota delle Asturie ha preferito non pronunciarsi e attendere il verdetto della Federazione, riguardo a Monza Alonso ha espresso il desiderio di vincere, su un tracciato per lui tra i più belli del calendario (assieme a Monaco e Suzuka), con i colori di Maranello e ha rassicurato i suoi fan. L’errore nel gran premio del Belgio è stato semplicemente l’epilogo di una gara iniziata storta: dopo il tamponamento di Barrichello tutto era già stato compromesso, ma quest’anno abbiamo visto come la situazione può cambiare velocemente, per questo sono fiducioso e non mi perdo d’animo. Certamente, a inizio stagione avevo fatto un ‘piano d’azione’ che nel giro di poche gare ho dovuto lasciar perdere, ma è anche vero che gli errori che ho commesso sono stati ingranditi dai media: questo è anche uno dei ‛rischi’ di correre con la Ferrari”. E parlando dei rivali più diretti, Red Bull e McLaren, l’ex campione del mondo si augura che le coppie all’interno dei due team si portino via punti a vicenda, e ha concluso paragonando la sua squadra a quella degli avversari: “Sia la Ferrari che la McLaren sono due team campioni del mondo, ce l’hanno nel sangue, ma la filosofia tra le due è differente: qui c’è più cuore, più passione, è come una grande famiglia, e portarsi a casa un titolo mondiale in rosso significa fare contenti milioni di persone. Un’esperienza ineguagliabile”.

    F1 2011. E mentre Alonso scalda il cuore dei suoi tifosi a Monza, la FIA annuncia le novità in vista della stagione 2011. Dopo la new entry di questa stagione, il gran premio di Corea, il prossimo anno sarà la volta dell’India. Le gare in calendario toccheranno così quota venti, e il 30 ottobre è la data prevista per la nuova tappa asiatica. Non c’è più posto invece per quanto riguarda le squadre schierate sulla griglia di partenza. Dopo le tre debuttanti di questa stagione, HRT, Virgin Racing e Lotus, non scenderà infatti in pista il tanto atteso tredicesimo team. Nonostante la richiesta da parte di tantissime squadre, la FIA ha fatto sapere che nessuna delle possibile candidate è risultata idonea per prendere parte al mondiale 2011 di F1.

    Foto: AP/LaPresse