F1 2010: De La Rosa secondo pilota Sauber

La Sauber ha annunciato che sarà Pedro De La Rosa ad affiancare Kamui Kobayashi per la stagione 2010

da , il

    Nulla da fare per Giancarlo Fisichella. La Sauber ha infatti scelto lo spagnolo Pedro De La Rosa, come si vociferava nei giorni scorsi da affiancare al giovane giapponese Kamui Kobayashi, preferendo la sua esperienza, accumulata anche negli anni in cui è stato collaudatore McLaren, a quella del pilota romano, il quale resterà terza guida Ferrari.

    Resterà terza guida a meno che uno dei team che non hanno ancora annunciato la loro completa formazione (Renault, Campos e USF1) non decidano di dargli una chance.

    .

    Peter Sauber, sull’ingaggio dell’ex tester di Woking, ha detto: “Pedro ha trascorso molti anni in un top team. la sua esperienza sarà fondamentale per noi. La giusta combinazione è tra un pilota giovane come Kamui (Kobayashi, ndr) e uno esperto come Pedro“.

    Entusiasta, ovviamente, anche il diretto interessato: “Ho sempre creduto che ci sarebbe stata un’altra occasione. Visto che il numero di test sono stati sensibilmente ridotti, speravo di tornare come titolare di una macchina“.

    De La Rosa ha disputato la sua ultima gara in Formula 1 nel GP del Brasile 2006 proprio al volante della McLaren, quando subentrò a metà stagione all’appiedato Juan Pablo Montoya, ottenendo un 2° posto nella rocambolesca gara di Budapest dello stesso anno.

    Non disputa una stagione da pilota titolare, invece, dal 2002, quando correva per la Jaguar prima di diventare pilota di riserva delle Frecce d’Argento.

    Ha esordito nel GP d’Australia 1999 con la Arrows, andando subito a punti.

    A mio parere, sarebbe stato meglio puntare su Fisichella, reduce da 14 campionati consecutivi e di un anno più giovane rispetto allo spagnolo, il quale potrebbe trovarsi di fronte all’handicap di essere lontano dalla griglia come presenza fissa da ben 8 anni.

    Ed anche nel 2010, considerando il ritorno di Michael Schumacher e la permanenza del sempreverde Rubens Barrichello, come nella stagione passata, i cosiddetti vecchietti tornano prepotentemente alla ribalta.