F1 2010: Ferrari, attenta a Kubica!

In attesa della seconda sessione di test ufficiali, in programma la prossima settimana a Jerez, i team fanno i conti con i primi risultati e con le prestazioni dei potenziali avversari per il Mondiale 2010 di F1

da , il

    La Ferrari ha iniziato bene, non c’è dubbio, ma quella al Ricardo Tormo di Valencia era solo la prima delle 4 sessioni di test ufficiali prima del via al Mondiale 2010 di F1, in programma il 14 marzo a Sakhir (Bahrain). Se le prime tre giornate di test hanno avuto come protagonisti indiscussi i piloti del cavallino, anche gli altri driver scesi in pista non sono comunque stati da meno, dando già ad intendere che questa stagione ci sarà da divertirsi. Occhi aperti dunque per tutti i campioni in gara…sono in molti quest’anno quelli da non sottovalutare.

    Tra di loro anche il 26enne Robert Kubica, che a fine stagione 2009 ha preso il posto di Fernando Alonso alla Renault, dopo il ritiro dalle competizioni di F1 del suo ex team BMW Sauber.

    ROBERT KUBICA Kubica ha portato in pista la nuova R30 nelle prime due giornate di test, prima di passare il testimone al nuovo compagno di squadra, l’esordiente russo Vitaly Petrov. Tra la prima e la seconda giornata, il pilota di Renault è risalito dall’ottava alla quarta posizione nella classifica dei tempi ufficiali, avvicinandosi al ferrarista Felipe Massa e chiudendo al sesto posto in classifica generale tra i 15 piloti scesi in pista nel corso della prima sessione di test ufficiali.

    RENAULT R30 Nonostante le critiche mosse alla nuova monoposto del team di Enstone, secondo alcuni giudicata troppo simile alla vecchia e scarsamente competitiva R29, Kubica si è dichiarato soddisfatto dell’affidabilità della vettura. Secondo il pilota polacco la R30 non è poi così lenta rispetto alla Ferrari ed è fermamente convinto che, nelle giuste condizioni, sarà possibile dare del filo da torcere ai suoi avversari.

    Da qui al 14 marzo i team scenderanno in pista ancora tre volte per i test e anche se la Ferrari è sicuramente partita in vantaggio, sappiamo bene che i giochi sono ancora tutti da fare e che la classifica può riservare sorprese da una sessione all’altra…prossimo appuntamento a Jerez allora, la prossima settimana…la Ferrari è avvisata!