F1 2010, Ferrari: Singapore non sarà decisiva

Formula 1: la Ferrari si prepara al Gran Premio di Singapore in programma domenica 26 settembre ed il team principal Stefano Domenicali prova a smorzare la tensione parlando di gara non decisiva

da , il

    F1 2010, Ferrari: Singapore

    La Ferrari va a Singapore con la convinzione di poter dire la sua ma anche con il timore di non riuscire a replicare il successone di Monza. Per questo motivo Stefano Domenicali parla di come la Scuderia si stia preparando al prossimo appuntamento, il quintultimo stagionale, senza tenere alta l’asticella delle aspettative. Ad un primo sguardo, i 21 punti che separano Fernando Alonso da Mark Webber, obbligano a chiedere allo spagnolo un’altra vittoria. Secondo il team principal del Cavallino, invece, la Ferrari può prendersi ancora un GP d’attesa prima di sferrare l’attacco finale…

    STEFANO DOMENICALI. Invitato dalla Gazzetta dello Sport per la presentazione del libro “Idee e azioni tra sport e management”, Stefano Domenicali parla del prossimo delicatissimo Gran Premio di Singapore cercando si smontare pezzo per pezzo la pressione che aleggia sul box Ferrari. La vittoria nel GP di Monza ha dato nuovi stimoli ed ha rilanciato le speranze iridate di Fernando Alonso. L’altra faccia della medaglia è che adesso il team italiano è di nuovo atteso al varco. Un errore e il mondiale è andato definitivamente. Almeno secondo noi. Non è dello stesso avviso Domenicali che, nonostante restino 5 gar da qui alla fine ed Alonso conti 21 punti di ritardo da Mark Webber, se la prende comoda:”La prossima sarà una gara importante, ma non ancora decisiva. Il campionato ci ha dimostrato che fino alla fine le cose rimarranno aperte”. Con un punteggio molto più limitato di quello di adesso e che dava solo 10 punti al vincitore, Kimi Raikkonen è riuscito a recuperarne ben 17 in due gare a Lewis Hamilton nel 2007. Ma quello è stato un evento più unico che raro. Tuttavia, essendo questa la prima stagione con il nuovo sistema del 25-18-15-etc, è ancora difficile fare accurate previsioni su come possa evolvere la situazione. “Il nuovo punteggio - conferma Domenicali – sicuramente ci aiuta. Una situazione del genere, con tanti piloti in lotta per il titolo, non è mai avvenuta negli ultimi anni. L’importante è restare lì e non perdere punti. In questo modo potremmo toglierci delle soddisfazioni”.

    FERRARI. L’obiettivo della Ferrari è evitare uno zero in classifica come avvenuto in Belgio. Dopodiché, se non dovesse arrivare una vittoria, sarebbe importante per Fernando Alonso concludere la gara che potenzialmente lo pone sul podio. Se i suoi avversari dovessero pasticciare, meglio ancora. “Fare previsioni su quanto accadrà è impossibile perchè ci sono tante variabili in gioco”, Domenicali chiede ai suoi di “restare uniti e mostrare grande equilibrio, mostrandoci sempre come una squadra. Ognuno sa qual è il proprio ruolo all’interno del gruppo”. Quest’ultimo sembra un chiaro messaggio per Felipe Massa

    Foto: AP/LaPresse