F1 2010, GP Singapore: circuito Marina Bay

Formula 1: guida completa al Gran Premio di Singapore F1 2010

da , il

    Comincia oggi il weekend del GP di Singapore di Formula 1 2010. E’ la terza volta che la massima categoria motoristica affronta una gara di notte. Nei due precedenti, sempre nella città-stato asiatica, sebbene lo spettacolo in pista non sia stato esaltante, non sono certo mancati i colpi di scena. In questo spazio riportiamo storia, record, scheda del circuito, orari di trasmissione tv, previsioni meteo e tutto quello che c’è da sapere per seguire al meglio il quintultimo appuntamento della stagione 2010. Appuntamento al termine del quale potrebbe passare da 5 a 4 il numero dei piloti in lizza per il successo finale.

    GP SINGAPORE F1. La terza edizione del gara di Singapore rappresenta la 15a tappa del mondiale di F1 2010 e la prima delle cinque uscite extraeuropee che ci accompagneranno fino al termine della stagione. Con due sole edizioni alle spalle, il GP di Singapore si è già conquistata uno spazio indelebile nella storia dello sport a motore. Il riferimento è all’edizione 2008, caratterizzata dallo scandalo crashgate. Secondo la Federazione Internazionale dell’Automobile, la Renault allora capeggiata da Flavio Briatore ordinò a Nelson Piquet di schiantarsi contro un muro in un determinato giro per far entrare la safety car e favorire il successo di Fernando Alonso. I piani andarono alla perfezione. Peccato per Briatore ed i suoi soci che 12 mesi dopo il licenziato Piquet decise di vuotare il sacco condannando il manager italiano alla squalifica dal mondo delle corse. Per provare a mettere un punto definitivo sulla vicenda si può dire che manchino le prove ma non manca la convinzione che nelle accuse di Piquet ci sia del vero. Chi ha conosciuto di persona Briatore, però, sostiene che non sia colpevole semplicemente perché non poteva uscire dalla sua testa un disegno così perfetto. E non è un complimento.

    CIRCUITO MARINA BAY. Il tracciato che si snoda nella zona più ricca della città ricorda per molti aspetti Montecarlo. C’è il glamour è c’è una fantastica cornice che, di notte, crea giochi di luce unici. Spettacolari. Purtroppo solo per chi se ne infischia di motori. Sebbene Felipe Massa abbia dichiarato che un giro a Singapore equivale a farne due a Montecarlo, riteniamo che il fascino della Principato resti unico. Quello che avviene qui è un banale carosello di auto senza troppo senso con pochissimi punti impegnativi e ancor meno opportunità di sorpasso. Un giro di pista misura 5,073 km che moltiplicati per i 61 giri previsti danno una distanza totale di 309,316 km. Le curve sono 23 di cui 14 a sinistra e 9 a destra. Le mescole portate dalla Bridgestone sono supersoffici e medie.

    RECORD E STATISTICHE. Il record del giro più veloce appartiene a Felipe Massa che nel 2008 ha fermato i cronometri sull’1:44.014. Il più veloce sulla distanza, invece, è stato Lewis Hamilton che nel 2009 ha completato i 61 giri previsti in 1h56.06.337. Vista la giovane età della gara, altri record sono pressoché impossibili da snocciolare. Ricordiamo solo che gli unici due vincitori sono al momento Alonso ed Hamilton con il pilota Ferrari che vanta il primato di unico pilota ad essere sempre salito sul podio di Singapore (2 volte su 2). Ad oggi, nessun pilota che ha vinto questa corsa è poi diventato campione del mondo.

    ORARIO F1. Ci sono 6 ore di fuso orario dall’Italia a Singapore. La differenza, però, è mitigata dal fatto che la corsa è disputata quando là è notte. Pertanto, le prove libere del venerdì andranno in scena quando da noi saranno le ore 12.00 e 15.30. Le libere del sabato alle nostre 13.00. Le qualifiche saranno trasmesse su Rai Due alle ore 16.00. La partenza della gara di domenica è fissata per le ore 14.00 con trasmissione in diretta su Rai Uno.

    METEO SINGAPORE. Le previsioni meteo su Singapore confermano un alto rischio di pioggia. Nei prossimi giorni ci saranno nuvoloni minacciosi che faranno cadere una leggera pioggerella sulla pista. Per i team sarà un vero incubo! Stando a quanto riportato sui siti specializzati, venerdì dovrebbe essere la giornata più tranquilla. Sabato pole position bagnata. Domenica la gara parte asciutta, ma non si sa come andrà a finire.