F1 2010: la McLaren tifa per gli ultimi arrivati

F1 2010: la McLaren tifa per gli ultimi arrivati

Ancora polemiche sulla partecipazione dei team debuttanti nella stagione 2010

da in Formula 1 2017, McLaren F1, Team F1 2017
Ultimo aggiornamento:

    Sembra non esserci pace per i team debuttanti nel Mondiale 2010 di F1. Gli ultimi arrivati, dopo la corsa frenetica per poter schierare le monoposto sulla griglia di partenza in Bahrain, e la fatica per reperire le risorse necessarie per sostenere un’intera stagione ai piani alti delle corse automobilistiche, ora devono anche fare i conti con chi nel Circus ormai è di casa da una vita e pare mal sopportare l’arrivo delle nuove leve. Dei 4 team ufficialmente iscritti per il 2010, alla fine l’hanno spuntata solo in 3.

    I NEWCOMERS. Dopo l’abbandono di US F1 Team, saranno infatti Lotus, Virgin e Hispania Racing Team (ex Campos Meta) a combattere, se non per il podio, almeno per la zona punti, ritagliandosi un ruolo di “comparse” e cercando di lasciare un segno quantomeno positivo in questo mondiale ormai alle porte. Nonostante le polemiche che in questi mesi si sono abbattute sulla scelta di aprire le porte anche a scuderie dalle potenzialità evidentemente minori, andrebbe forse apprezzato lo sforzo di chi comunque ha sempre inseguito il sogno di poter schierare le proprie vetture in mezzo ai nomi che hanno fatto la storia della F1. Leader della “rivolta” è stata la scuderia di Maranello, che alcune settimane fa aveva commentato come l’ingresso delle nuove squadre contribuisse a degradare addirittura il mondo dello sport. Come se non bastasse proprio in questo giorni si è aggiunta la voce di David Coultard, ex pilota di F1 ritiratosi dalle competizioni alla fine del 2008, che ha ulteriormente girato il coltello nella piaga sostenendo che la F1 non è “una scuola di perfezionamento”.

    MCLAREN. A dare un po’ di man forte agli ultimi arrivati, che invece di rispondere alle critiche hanno continuato a concentrarsi sulla loro preparazione in vista del debutto ufficiale, ci ha pensato la McLaren. Jonathan Neale, amministratore delegato del team inglese, si è dichiarato infatti favorevole all’ingresso di nuove squadre. Nonostante gli evidenti problemi manifestati nel corso dei test, e nonostante sia chiaro fin da ora che per i team debuttanti la stagione non sarà per nulla facile, Neale ritiene comunque giusto che ognuno abbia almeno la possibilità di provare a portare la propria monoposto ad un passo competitivo.

    JONATHAN NEALE. “Penso che tutti noi dovremmo supportare le altre squadre” ha commentato nel corso di un incontro pre-Bahrain. “Alcuni piloti si sono lamentati, e rispettiamo la loro opinione, ma dovremmo cercare di accogliere il maggior numero di nuovi team possibile. Abbiamo perso Honda, Toyota e BMW. Questa è una nota amara, ma sono emozionato all’idea di nuove prospettive.” Neale ha proseguito ammettendo che non vorrebbe comunque trovarsi al posto di una in particolare tra le debuttanti: HRT è infatti l’unica squadra a non aver preso parte a nemmeno uno dei test invernali, e si ritroverà così catapultata direttamente in gara questo weekend. “Sicuramente la FIA dovrà tenere d’occhio la situazione, ma ci auguriamo che tutti riescano ad avere successo; lo sport non ha bisogno di un’altra vittima ancora prima dell’inizio della stagione.”

    Dobbiamo quindi aspettarci di vedere la Corrida o il primo appuntamento del Mondiale 2010 di F1?

    604

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Formula 1 2017McLaren F1Team F1 2017
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI