F1 2010: la Red Bull sa cosa vuole

La Red Bull non usa mezzi termini per dichiarare il suo obiettivo di questa stagione 2010 di F1: "Vogliamo il titolo iridato", ha dichiarato il team manager Christian Horner

da , il

    “Vincere il Mondiale 2010 è il nostro obiettivo. Questa stagione avrà 4 protagonisti indiscussi: insieme a noi nella corsa al titolo iridato ci saranno Ferrari, McLaren e Mercedes. Stando a quanto abbiamo fatto nelle ultime gare della stagione passata, la vittoria quest’anno rappresenta la conclusione più logica di un iter intrapreso a fine 2009. Crediamo fermamente nei miglioramenti apportati alla vettura in termini di affidabilità e prestazioni e in più i nostri piloti sono pronti per combattere entrambi ai massimi livelli.”

    CHRISTIAN HORNER. A pronunciare queste parole non è una figura qualsiasi del Circus che a meno di un mese dall’inizio del Mondiale sogna ad occhi aperti il titolo 2010, ma qualcuno che ha bene in mente quello che vuole e che soprattutto sa come ottenerlo. In una recente intervista sul settimanale Autosprint, Christian Horner, team manager di Red Bull Racing, non ha usato mezze parole per parlare dei progetti del team per questa stagione ormai dietro l’angolo.

    NUOVE REGOLE. Dopo il trionfo nel 2009 di un team indipendente come la Brawn GP, quest’anno sarà la volta della scuderia austriaca? Horner sa bene che il nuovo regolamento ha portato inevitabilmente ad un restringimento del divario tra Costuttori e scuderie indipendenti, e che i team hanno dovuto di conseguenza concentrarsi sul miglioramento dell’efficienza. Ma del resto già nel 2009 la Red Bull ha dimostrato di poter tranquillamente combattere contro team molto più equipaggiati dal punto di vista finanziario.

    IL RITORNO DI KIMI? Horner ha parlato anche delle voci che vorrebbero l’ex ferrarista Raikkonen di ritorno alla F1 nel 2011, al volante di una monoposto Red Bull. Il team manager considera i rumors che li vorrebbero legati al pilota finlandese decisamente fuori strada, dal momento che “Kimi è totalmente concentrato sui rally. È stata una sua scelta e non c’è stata nessuna discussione in merito a un suo ritorno con noi, specialmente perché il 2011 è ancora lontano e quello che vogliamo è concentrarci sui nostri piloti attuali, Vettel e Webber.”

    MONDIALE 2010. Con gli occhi fissi sulla stagione 2010, Christian Horner non dimentica però gli errori del passato. Alla domanda se gli sbagli effettuati ai box la scorsa stagione abbiano contribuito o meno a mancare il titolo nel 2009, Horner ha così dichiarato: “Sicuramente gli errori ci sono stati, ma insieme a questi non sono mancate decisioni errate da parte dei commissari che non hanno giocato a nostro favore. Abbiamo comunque chiuso la stagione con un buon numero di vittorie e podi, e quello che importa ora è solamente andare avanti e migliorare, sempre.”

    A giudicare dalla terza giornata di test a Jerez de la Frontera pare proprio che facciano sul serio…