F1 2010: primi passi per la McLaren

Comincia con il podio l’avventura nel Mondiale 2010 di F1 per la McLaren

da , il

    Comincia con un passo in avanti l’avventura nel Mondiale 2010 di F1 per la McLaren. Lewis Hamilton e Jenson Button, partiti rispettivamente quarto ed ottavo, hanno infatti tagliato il traguardo della prima gara ufficiale della stagione al terzo e settimo posto. L’ultimo gradino del podio dunque per l’iridato 2008, e un posto nella top ten per il campione in carica. I due piloti britannici non hanno faticato eccessivamente nel corso della gara, e il podio di Hamilton è arrivato anche grazie ai problemi alla monoposto di Vettel, che da metà gara ha dovuto rallentare riuscendo però a tenersi stretta la quarta posizione fino alla fine.

    LEWIS HAMILTON. Partito davanti alla Mercedes di Nico Rosberg, Hamilton ha valutato da subito la possibilità di portarsi davanti in mezzo ai leader della gara, ma ha perso la posizione nelle prime curve, riuscendo a riprendere il pilota tedesco solamente dopo il primo pit-stop. “Ho fatto una gara abbastanza buona” ha commentato il pilota di McLaren. “Sfortunatamente alla quarta curva sono andato largo, così Rosberg è riuscito a passarmi. Ero comunque più veloce ma su questo circuito è difficile stare dietro e allo stesso tempo tenere d’occhio le gomme. Se gli fossi stato davanti probabilmente avrei potuto lanciarmi all’inseguimento delle Ferrari.” Visto il passo che la McLaren aveva mostrato nelle qualifiche, lontano da quello delle favorite Red Bull e Ferrari, il risultato di oggi è decisamente positivo. “È andata meglio di come ci aspettavamo, e sono contento per me e per il team “ ha commentato Hamilton. “Dobbiamo continuare a spingere per stare dietro a questi ragazzi.” Per quanto riguarda le impressioni sulla prima gara della stagione, Hamilton ha dichiarato che l’assenza di rifornimenti è stata un po’ frustrante dal suo punto di vista, anche se preferisce riservarsi un giudizio più esaustivo per le prossime gare. “La sfida senza dubbio è differente, dal momento che questa nuova regola rende la gara meno eccitante in termini di sorpassi. Per quanto mi riguarda, non sono stato in grado di avvicinarmi per una buona parte del circuito, dal momento che non avevo abbastanza grip sulle gomme per resistere. Davanti a noi abbiamo comunque un’intera stagione e tutti stiamo ancora imparando come gestire i diversi elementi” ha concluso Hamilton.

    JENSON BUTTON. Nella difesa per il titolo iridato Jenson Button si è detto contento del suo settimo posto nella prima gara della stagione, ammettendo però di essere stato eccessivamente attento a “proteggere” le gomme. Nel primo stint il campione britannico avrebbe potuto spingere maggiormente e si è invece ritrovato a dover seguire Schumacher anche dopo il pit-stop. “Sono un po’ rammaricato del momento in cui abbiamo fatto il pit-stop, perché mi rendo conto di aver fatto troppa attenzione alle gomme” ha commentato Button alla BBC. “Negli ultimi 5 giri dello stint ero in grado di spingere e prendere sia Webber che Schumacher. Ma Michael si è fermato il giro prima del mio e da li ovviamente ha potuto andarsene. Ho comunque passato Webber e sono contento, i meccanici hanno fatto davvero un gran lavoro con i pit-stop.” Button ha poi aggiunto che nonostante la macchina abbia risposto bene, ci vorrà ancora un po’ di tempo perché la nuova MP4-25 possa lavorare come lui preferisce. “All’inizio ci sono andato piano con le gomme, ma devo dire che sembravano tenere molto bene, molto di più di quanto mi aspettassi. Direi che sono contento di questa prima gara, ma ci sono ancora alcune cose da migliorare e vogliamo raggiungere una velocità maggiore.”