F1 2010, Renault: indecisi sull’F-Duct a Monza

Anche la Renault alle prese con il dilemma dell'F-Duct

da , il

    R30

    F-Duct sì o F-Duct no? Questo è il dilemma. Per l’ormai prossimo gran premio di Monza la Renault è infatti indecisa se montare o meno il famigerato sistema, nonostante gli ottimi risultati raggiunti nell’ultimo appuntamento a Spa, dove un brillante Robert Kubica ha messo a segno il suo terzo podio stagionale, tagliando il traguardo alle spalle di Lewis Hamilton e Mark Webber. E proprio il pilota polacco si dichiara pronto per un’ottima performance sul circuito brianzolo, dove il team francese è alla ricerca di un altro buon risultato.

    F-DUCT. Il dilemma in merito all’utilizzo dell’F-Duct nel prossimo appuntamento a Monza ha già interessato anche i rivali della McLaren, e ora i francesi sono in dubbio se abbandonare il sistema che gli ha finalmente riportati sul podio, dove Kubica mancava da ben sei gare. La natura del tracciato brianzolo, che si presenta a basso carico aerodinamico, sarebbe infatti all’origine del dubbio sull’eventuale utilizzo dell’F-Duct anche nel gran premio di Monza. Pochi giorni separano ormai team e piloti dal quattordicesimo appuntamento della stagione e per ora la squadra di Enstone non esclude entrambe le possibilità.

    JAMES ALLISON. “Monza è un circuito molto diverso da tutti gli altri presenti in calendario, per questo dovremo preparare un pacchetto su misura”, ha dichiarato James Allison, direttore tecnico alla Renault. “Lunghi rettilinei e poche curve: come i nostri avversari stiamo valutando se il dispositivo farà la differenza”. Allison è comunque convinto che, F-Duct a parte, la Renault sarà di nuovo competitiva.La performance mostrata dall’R30 a Spa ci fa ben sperare: penso che da qui in avanti la monoposto andrà bene su tutti i circuiti”.

    ROBERT KUBICA. E dello stesso parere anche il pilota polacco, che a Spa è riuscito a salire sul terzo gradino del podio dopo essersi reso protagonista di una bellissima gara. Kubica, anche lui ben consapevole del sostanzioso aiuto fornito dall’F-Duct, è comunque convinto che la Renault a Monza potrà continuare a cavalcare l’onda pur non montando il famoso sistema. “A Spa abbiamo visto come con l’F-Duct siamo stati subito molto più competitivi del solito. L’effetto sarà meno evidente a Monza, ma il tracciato italiano spesso riserva delle sorprese, quindi sarà meglio valutare tutti gli aspetti prima di prendere una decisione definitiva. Se la macchina dovesse andare bene come in Belgio non vedo alcun motivo per cui non utilizzarlo anche nel prossimo appuntamento”, ha concluso Kubica.

    Foto: AP/LaPresse