F1 2010: Renault resta ma Kubica traballa

La Renault ha annunciato la vendita di buona parte del team all'imprenditore Gerard Lopez

da , il

    La Renault resterà in Formula 1 anche per la stagione 2010. Le indiscrezioni dei giorni scorsi sono state confermate. Non smentite neanche le voci che danno i francesi prossimi ad un disimpegno dato che solo il 25% della scuderia resta in mano alla casa transalpina. Una non meglio precisata consistente fetta è stata venduta al gruppo lussemburghese Genii Capital capeggiato dall’imprenditore Gerard Lopez, già accostato insistentemente all’operazione nelle ultime settimane. Ciò comporta un cambio di strategia che mette Robert Kubica nelle condizioni di piazzarsi altrove.

    RENAULT F1. Genii, societá specializzata in nuove tecnologie, sarà la nuova anima del team Renault che continuerà, almeno per il 2010, a gestire la scuderia assieme all’imprenditore Gerard Lopez. “Nel 2010 il team manterrá il suo nome, la sua identitá e gli elementi fondamentali che hanno condotto ai successi nel 2005 e nel 2006 - si legge nel comunicato del Gruppo francese - La squadra continuerà ad utilizzare i motori forniti dagli stabilimenti della consorella a Viry-Chatillon, lieta di aver ricevuto un nuovo impegno dalla Red Bull per il 2010″. Bernard Rey, presidente del team, si dice felice dell’ingresso della Genii Capital:”Sono sicuro che il loro entusiasmo e la loro esperienza creerá nuove dinamiche per la squadra, lo staff e i nostri partner. Tutti insieme puntiamo a competere ancora ai livelli più alti. L’annuncio di oggi conferma l’impegno della Renault”, aggiunge il numero 1 della scuderia. Al di là delle dichiarazioni di facciata, secondo molti osservatori questa vendita è il primo passo verso un totale addio fra 12 mesi. A sentire il vertici del team, però, c’è ancora tanta voglia di fare bene e tornare ad essere protagonisti:“Con le modifiche al regolamento della Formula 1 – aggiunge Rey – Mostreremo le qualitá della Renault quando si tratta di sviluppare vetture in grado di fornire alte prestazioni e efficienti dal punto di vista dei consumi”.

    ROBERT KUBICA. Di fronte a tante trasformazioni, resta in bilico il futuro ed il presente di Robert Kubica. Entrato a tutti gli effetti nel team e ritagliatosi già un ruolo di trascinatore, il polacco potrebbe rivedere i propri piani, magari virando in direzione Mercedes qualora l’affare Schumacher non andasse a buon fine. “Non è automatico”, ha riferito il manager Daniele Morelli a chi gli ha chiesto se l’ex pilota BMW sarebbe sicuramente rimasto nel team anche alla luce di questo cambio nell’assetto societario.