F1 2010: Renault lascia, sono 4 i compratori

Tutti gli indizi portano a confermare che la Renault lascerà la Formula 1 a breve

da , il

    Il team Renault F1 ha ben 4 potenziali acquirenti. Due particolarmente credibili come David Richards con la Prodrive e Gerard Lopez già in rapporti con il fondatore della BAR Craig Pollock. Più altri due:“C’e’ il gruppo di Lopez, quello di Richards e poi vi sono altre due persone - ha dichiarato Bernie Ecclestone nel ruolo di attore-spettatore della vicenda - Non credo ci sia tutta questa fretta, ma spero che il tutto si possa risolvere nei prossimi dieci giorni prima delle interruzioni natalizie”, ha spiegato il 79enne boss della FOM, società che cura i diritti commerciali della Formula 1.

    RENAULT F1. Tutto questo gran parlare della vendita del team fa capire che difficilmente si troverà la squadra francese ai nastri di partenza della stagione 2010 di F1. Chi spera nel cambio di proprietà e indirettamente conferma le trattative per la vendita della struttura di Enstone è il pilota cinese Ho-Pin Tung. Non a caso, lui che fenomeno non è, è stato chiamato nella prima settimana di dicembre ad effettuare i test di Jerez dedicati ai giovani talenti. Con Gerard Lopez acquirente, infatti, il cinese rischierebbe di trovare un sedile portando begli sponsor dalla Repubblica Popolare. La conferma arriva dal manager Winkler:“Solo per questa ragione Tung e’ stato ammesso ai test di Jerez. Questo e’ un momento entusiasmante. Un futuro in F1 per Ho-Pin sarebbe allora possibile”.

    TOYOTA F1. L’effetto della crisi e dell’addio delle grandi case alla Formula 1 si riflette anche sui posti di lavoro. Se Trulli e Glock, nonché i blasonati ingegneri della struttura di Colonia non faticheranno a trovare ingaggi faraonici altrove, lo stesso non si può dire per 500 normali dipendenti Toyota che passeranno uno dei Natali più tristi della loro storia. Dei 650 impiegati, solo 150 sono stati piazzati altrove. Gli altri dovranno accontentarsi di ricevere una parte del proprio stipendio per i prossimi 12 mesi, in attesa di trovare un nuovo impiego.