F1 2010: tutti pronti per la resa dei conti

Il Mondiale di F1 2010 è ormai alle porte e i protagonisti della prossima stagione scaldano i motori

da , il

    Mancano meno di due mesi al via del Mondiale 2010 di F1 sul circuito di Sakhir (Bahrain) e alla sfida per il titolo iridato, eppure gli elementi di quella che si prospetta come una stagione ricca di novità e colpi di scena non sono ancora tutti al loro posto. La stagione 2009 è stata scandita da numerosi eventi che hanno sancito l’inizio di una “rivoluzione” all’interno del Circus e che lasciano intravedere un possibile ritorno allo spettacolo al quale tutti i tifosi di F1 si augurano di assistere ogni anno.

    In questo Mondiale ormai alle porte gli sguardi saranno rivolti a più personaggi: a partire da Jean Todt, nuovo presidente FIA, che sancisce la fine dell’ “era Mosley” (o no?), passando per i team neo iscritti al Campionato (Lotus F1 Racing, Campos Meta, US F1 Team e Virgin Racing), fino al ritorno del pluricampione Michael Schumacher, che all’alba dei suoi 41 anni ha ancora sete di vittoria.

    IL NUOVO REGOLAMENTO Non solo, questo sarà anche l’anno delle nuove regole, quelle che probabilmente porteranno con sé tante novità e altrettanti punti di domanda: nuova assegnazione del punteggio (25 per il primo classificato), divieto dei rifornimenti in gara, ruote anteriori più strette e aumento della lunghezza delle vetture, un maggior numero di monoposto partecipanti e riduzione delle giornate di test prima dell’inizio della stagione. Questo è molto altro è quanto previsto dal nuovo regolamento al quale sicuramente saranno apportate ulteriori modifiche da qui all’inizio del Mondiale.

    I PROTAGONISTI Ma se lo show lo fanno le vetture e i rispettivi piloti, il 2010 non sarà certamente arido da questo punto di vista e a partire dal 14 marzo saranno in molti ad avere la possibilità e la grinta necessaria a combattere per il titolo di Campione del mondo. In prima linea ci sarà sicuramente il “veterano” Michael che quest’anno correrà per i colori della sua Germania e che punta all’ottavo titolo almeno nel corso dei tre anni che lo vedranno occupare il sedile Mercedes. Schumacher ha inoltre un “conto in sospeso” che contribuirà a rendere ancora più esaltante la lotta con lo spagnolo neo arrivato alla Ferrari, Fernando Alonso, che nel 2006 ad Interlagos si confermò campione del mondo mentre il tedesco diceva addio al titolo e al mondo della F1. Non dimentichiamoci inoltre di Felipe Massa: anche lui in quanto a desiderio di rivalsa non è sicuramente da meno…difficile infatti dimenticare quei 15 secondi a conclusione del GP del Brasile del 2008 in cui tutti credevano che il ferrarista fosse il nuovo campione del mondo. E poi ci saranno il campione in carica, Janson Button, in coppia con l’altro campione del mondo Lewis Hamilton, e ancora il giovane Vettel, che darà sicuramente del filo da torcere ai grandi di sempre.

    Un mix esplosivo di talenti e voglia di vincere dunque, che ci auguriamo daranno vita ad una stagione ricca di emozioni come ci piace vedere in F1.