F1 2010, Webber promette: se vinco faccio uno show come Valentino Rossi

Mark Webber prende in giro la Formula 1 2010 per i nomi di alcuni team presenti ed aggiunge:"Mancano solo Tom e Jerry"

da , il

    Volete Valentino Rossi in Formula 1? Accontentatevi di Mark Webber. Il lungo australiano è una testa matta, statene certi! Il rigido e ingessato mondo del Circus lo ha costretto a darsi una regolata ed ha dimostrato al nostro Vale-Rossi che, qualora arrivasse sulle quattro ruote, difficilmente potrà mantenere il suo DNA scanzonato. Gasato dalla competitività presunta della sua Red Bull, comunque, Webber dichiara di voler disputare una stagione 2010 da protagonista. E promette:“Alla mia prima vittoria dell’annofarò uno show in stile Valentino Rossi”.

    MARK WEBBER. Ora mi tocca tifare per lui! Sono curioso per natura e voglio proprio scoprire cosa si è inventato l’australiano. Webber, spara a zero sui piccoli team presenti nel mondiale 2010 di Formula 1 e butta nella mischia una provocazione:“Vedrei meglio al via in mezzo a noi Valentino Rossi con la sua moto. E’ un grande e farebbe arrivare molti fans”, ha dichiarato il pilota Red Bull per dare un’idea di quanto sia assurda a presenza di alcuni team ed alcuni piloti (vedi l’HRT) che non hanno macinato neanche un chilometro di test. Restando in argomento Valentino Rossi, lo spilungone aggiunge:“Ho in mente qualcosa di simile a quello che fa lui per la mia prima vittoria nel 2010. Non sarò brillante come lui, ma è un omaggio che voglio fare ai miei fans”. Per darvi un’idea di cosa possa fare Webber, vi rimandiamo ad una scena epica: ecco come si era presentato ai fotografi per le foto di rito all’inizio della stagione 2007. Un eroe moderno.

    F1 2010. Dicevamo, Webber non le manda a dire. E non sembra avere tutti i torti. “E’ una situazione imbarazzante – ha aggiunto commentando la lista ufficiale degli iscritti al mondiale 2010 di F1 pubblicata dalla FIA – C’è gente che non ha mai preso un volante in F1 e non conosce affatto l’ambiente. Sembra di vivere un fumetto con Topolino e Tom e Jerry”. A rendere ancor più ridicolo l’operato della Federazione Internazionale dell’Automobile ed il suo modo di gestire le iscrizioni al campionato di Formula 1, ci sono pure le dichiarazioni di Felipe McGough, manager del pilota argentino Jose Lopez, ingaggiato inutilmente ed illuso dalla USF1. “Questa gente ha preso in giro l’intera F1. In Europa il comportamento della squadra americana è considerato uno scandalo - ha dichiarato McGough – L’Argentina è solo un piccolo problema riguardo alla figura che si sono fatti ovunque”. Soprattutto nello stato sudamericano c’era grande attesa per il ritorno di un loro rappresentante nella massima categoria motoristica.