F1 2011: al vaglio proposte per lo spettacolo

Formula 1: i team si sono incontrati per discutere alcune novità regolamentari della stagione 2011

da , il

    F1 2011: team

    I team di F1 stanno ragionando in questi giorni non solo sul nuovo fornitore di pneumatici ma anche su come migliorare lo spettacolo in vista della stagione 2011. Alcune decisioni sono state già prese come, ad esempio, quella di eliminare il doppio diffusore della discordia ed introdurne uno che faciliti lo sfruttamento della scia così come era già stato deciso per il 2009. Altre sono in fase di valutazione e restano top secret fino a che non ci sarà un accordo all’unanimità. L’idea è quella di cambiare il format del weekend per coinvolgere maggiormente il pubblico sugli spalti. Le tribune, infatti, sono sempre più vuote.

    F1 2011. Come aumentare lo spettacolo in Formula 1? I team si stanno ponendo la questione in modo serio. Adam Parr, CEO Williams, ha fatto sapere che, dopo aver affrontato il problema del fornitore di pneumatici, lui ed il team principal della Red Bull Christian Horner si sono incontrati con Bernie Ecclestone per discutere alcuni cambiamenti sugli orari del weekend della F1 per la prossima stagione. “L’incontro con Bernie è stato per parlare del format del weekend in modo da renderlo più coinvolgente per gli appassionati, ha riferito Parr. Uno dei problemi da risolvere riguarda il pubblico sulle tribune: ad oggi è letteralmente impossibile trovare un evento che abbia il tutto-esaurito e gli spalti vuoti visti persino a Montecarlo sono stati un qualcosa di molto preoccupante per il mondo della F1. “Ci sono delle idee su come muoversi – ha aggiunto Parr – ma è troppo presto per parlarne nel dettaglio perché ancora non sono stati trovati degli accordi”.

    CALENDARIO F1. Altro tema caldo per i team che è stato discusso con Ecclestone è quello del calendario. Quest’anno le squadra dovranno sobbarcarsi una trasferta intercontinentale per correre un solo GP in tutto il Nord-America, quello del Canada. Il gioco non vale la candela: urge, quindi, che lo zio Bernie trovi quanto prima un altro evento, magari negli amati/odiati Stati Uniti, per rendere effettivamente vantaggiosa una trasferta di quel tipo.

    MULETTO. Tra gli argomenti sul tavolo della FOTA c’è anche quello di reintrodurre il muletto. L’episodio capitato a Fernando Alonso nelle qualifiche del GP di Monaco, vale a dire l’impossibilità di disputarle per un incidente avuto nelle libere di due ore prima, ha fatto capire alle squadre che possa essere utile avere la terza macchina. Non per Valentino Rossi ma semplicemente come mezzo di riserva. “Ne parleremo. Credo che non ci siano problemi a riportare il muletto nel box. Non è giusto privare il pubblico delle qualifiche di una star come successo a Monaco”, a dichiarato Domenicali.

    Foto: gpupdate.net