F1 2011, Alonso contento dei nuovi tecnici Ferrari

Formula 1 2011: Fernando Alonso si dice contento della nuova impostazione tecnica che Stefano Domenicali ha dato alla Ferrari

da , il

    fernando alonso ferrari f1 2011 2010

    Fernando Alonso è arciconvinto che la stagione 2011 di F1 sarà per lui migliore della 2010. Resta il punto interrogativo legato alla competitività della Ferrari… un elemento non di secondaria importanza! Tuttavia, il pilota spagnolo, forte della maggiore esperienza accumulata stando a Maranello, crede di poter dare molto di più rispetto al suo primo anno. Non solo, pur non puntando il dito contro nessuno degli ingegneri che hanno decretato la disfatta di Abu Dhabi, accoglie con grande entusiasmo il rimpasto operato da Stefano Domenicali in particolare con l’arrivo di Pat Fry.

    FERNANDO ALONSO. Il pilota spagnolo parte da un dato di fatto incontrovertibile. La Ferrari della seconda parte del 2010 è stata straordinaria. Talmente tanto eccezionale da riuscire a recuperare terreno alle “missilistiche” Red Bull. Quello che è successo ad Abu Dhabi va visto come un inciampo. Clamoroso ma pur sempre un episodio isolato. “Sicuramente dopo la gara si può dire che quella decisione era sbagliata e che si doveva fare diversamente ma, nel momento in cui abbiamo scelto di rientrare ai box ci sembrava che quella fosse la mossa giusta. Poi possiamo stare qui a dire che il degrado delle gomme morbide si è evoluto in maniera sorprendente e che avremmo potuto stare in pista fino al trentesimo giro ma è facile dirlo adesso”, ricorda per l’ennesima volta Alonso. “Non vale più la pena pensare ad Abu Dhabi: un minuto in più dedicato a questo significa un minuto in meno da dedicare al lavoro di quest’anno”, aggiunge.

    FERRARI 2011. “La verità – prosegue Alonso - è che, come ho detto sempre, anche se sembrano parole scontate, si vince e si perde tutti insieme. Se è vero che si impara di più dalle sconfitte che dalle vittorie è altrettanto vero che per me il 2010 è stato un successo”. Ecco una piccola lezione di ottimismo. In realtà la catastrofe di Abu Dhabi ha insegnato molto anche alla Ferrari che ha apportato poche ma essenziali modifiche alla propria organizzazione tecnica. “Abbiamo fatto alcuni cambiamenti nella squadra che, ne sono sicuro, vanno nella direzione di migliorare le cose, come del resto deve essere in ogni realtà, non soltanto nello sport – Conosco molto bene Pat Fry, con cui ho lavorato alla McLaren, e penso che ci potrà dare un bell’aiuto”, che sia proprio Fry uno dei tecnici fortemente voluti da Alonso? Tutti pensavano che avrebbe fatto shopping in casa Renault mentre invece…