F1 2011: ancora mistero sul nome del 13° team

Formula 1: la FIA non si muove ma sul piatto ci sono un paio di decisioni fondamentali per la stagione 2011 di F1

da , il

    Saranno 13 le scuderie schierate al via della stagione 2011 di Formula 1. Nonostante il tempo scorra inesorabile, però, la Federazione Internazionale dell’Automobile non ha ancora indicato il nome del team prescelto con grande disappunto dei soggetti interessati che si vedranno costretti a sviluppare una monoposto in tempi ristrettissimi. Stesso discorso sul fronte gomme dove la Pirelli è in trepida attesa dell’ufficializzazione dell’incarico di fornitore unico del Circus iridato. Cosa sta aspettando Jean Todt?

    F1 2011. E’ lunghissima la lista dei gruppi interessanti ad entrare in Formula 1 come tredicesimo team. Tolti gli avventurieri, troviamo ancora un discreto numero di realtà provenienti dalle serie minori che potrebbero ben figurare anche nella massima categoria. Tra queste citiamo la Epsilon Euskadi di Joan Villadelprat, data da molti come favorita. “Sono ottimista ma anche preoccupato perché l’annuncio della FIA non arriverà prima di fine agosto, ciò significa che chiunque verrà scelto avrà poco tempo per creare e sviluppare la vettura e per non rimanere troppo indietro, tutti siamo costretti a investire ingenti somme di denaro, non sapendo se questi progetti arriveranno a buon fine”, ha dichiarato Villadelprat spiegando che la sua proposta prevede un investimento di almeno 100 milioni contro i soli 40, ad esempio, messi in budget dalla Virgin.

    PIRELLI F1. L’ufficializzazione della Pirelli come fornitore unico di pneumatici per la Formula 1 tarda ad arrivare. Il gruppo italiano, però, continua a muoversi come se lo fosse ed inizia a preoccuparsi di trovare una vettura di Formula 1 per effettuare dei test. Per non favorire nessuno degli attori del Circus, la scelta sta ricadendo sulla Toyota. La vettura giapponese, realizzata per correre il mondiale 2010, non è mai scesa in pista a causa del repentino ritiro voluto dai vertici del gruppo. Anche i team non stanno a guardare ed hanno ufficialmente chiesto alla FIA di testare le nuove gomme di Formula 1 in una sessione collettiva al termine della stagione.