F1 2011, Australia: fondo danneggiato per Hamilton ma McLaren OK alle verifiche tecniche

Formula 1 2011: secondo posto per la McLaren di Lewis Hamilton nel Gran Premio d'Australia

da , il

    hamilton mclare australia formula 1 2011

    Hamilton se la ride. La sua McLaren gli ha fatto una bella sorpresa per il GP d’Australia di Formula 1 2011. Gli ha consegnato una monoposto veloce e robusta. Se non ci fosse stata quell’uscita di pista che ha rovinato il fondo, avrebbe chiuso molto vicino alla Red Bull di Sebastian Vettel. In ogni caso, è stato nettamente davanti a Ferrari, Mercedes, Lotus Renault e altre monoposto che fino a due giorni fa erano indicate come più veloci del fallimentare progetto MP4-26.

    LEWIS HAMILTON. “Penso che possiamo senza dubbio essere orgogliosi di noi stessi”, ha affermato Lewis Hamilton durante la conferenza stampa che ha seguito il GP d’Australia F1 2011. “I ragazzi hanno fatto un lavoro fantastico nella preparazione del weekend. Una settimana o due fa non ci aspettavamo di essere tra i primi cinque, andare via con un secondo posto e una vettura più affidabile penso sia un grande risultato per noi”. Passato indenne alla prima curva nonostante le ruote abbiano scivolato al via, il momento più difficile per il pilota McLaren è stato quando, dopo metà gara, il fondo della monoposto si è visibilmente messo a strisciare sull’asfalto:“Il fondo era pesantemente danneggiato. Non so quando sia accaduto. Ho perso molto carico, ho provato a portare la vettura al traguardo”. Svolte le verifiche tecniche, la Federazione ha deciso di non penalizzare il campione del mondo 2008. Il rischio concreto è che lo strisciare della parte anteriore del fondo sull’asfalto possa avere consumato eccessivamente lo scalino che, per regolamento, serve ad evitare setup con altezze da terra estremamente ridotte.

    MCLAREN F1 2011. Tra i personaggi più contenti che si trovano in giro per il paddock, escluso il clan Red Bull, citiamo Martin Whimtarsh. Il team principal McLaren non si pone più limiti:“Con Hamilton c’è stato un problema per cui abbiamo solo pensato ad arrivare in fondo. Button è stato sfortunato perché si è trovato dietro a Massa. Poi c’è stato il drive through senza il quale poteva arrivare sul podio. Siamo contenti del risultato e puntiamo a fare meglio la prossima volta”.