F1 2011, caos scarichi Red Bull: FIA e team trattano ancora

Formula 1 2011: la regola sugli scarichi soffiati della Red Bull continua a far discutere

da , il

    FIA team f1 2011 scarichi soffiati red bull

    Non è possibile mettere ancora la parola fine sulla polemiche dei cosiddetti scarichi soffiati della Red Bull. La FIA ha prima considerato la soluzione legale, poi l’ha vietata, poi ha concesso una deroga e successivamente l’ha tolta. Le ultime due azioni sono avvenute nel giro di 24 ore e nel bel mezzo di un weekend di gara. Ora il presidente della Federazione Jean Todt ha pensato bene di lasciare la patata bollente nelle mani dei team dando loro la possibilità di decidere. Mossa furba ma codarda. Non degna di un uomo del suo calibro.

    FIA – REGOLE F1. Stufo delle polemiche. Jean Todt ha deciso di defilarsi dando la possibilità ai team di decidere tra di loro. Il presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile ha reso noto nel pomeriggio di sabato che se i team troveranno un accordo unanime potranno rivedere il divieto di utilizzare gli scarichi che soffiano aria nei diffusori anche quando il pilota non è in fase di accelerazione.

    TEAM F1 2011. L’associazione dei team presieduta attualmente da Martin Whitmarsh, team principal McLaren, ha accettato l’offerta. Le squadra sono riunite in questo momento. Dalle prime indiscrezioni, oltre alla Red Bull, anche Ferrari e McLaren sarebbero favorevoli. Difficile, però, trovare un accordo unanime. Alcuni team minori, tra i quali la Williams, hanno spinto molto affinché arrivasse il divieto ed ora che l’hanno ottenuto non sono intenzionati a fare passi indietro. Ross Brawn ha anticipato:“E’ difficile trovare una soluzione. Noi (Mercedes, ndr), Red Bull, Ferrari e McLaren siamo disponibili a trovare una soluzione. Gli altri vogliono pensarci”. Le possibilità sono molte e molti vedono la questione da punti di vista non conciliabili. Probabilmente il compromesso migliore prevede il concedere nuovamente la possibilità di usare lo scarico anche in rilascio di acceleratore per non creare problemi di affidabilità ai motorizzati Renault ma deviando il soffio al di fuori del diffusore per non dare i noti vantaggi di aderenza rispetto alla concorrenza.