F1 2011, Cina: Ferrari, solo Vettel è imprendibile

Formula 1 2011: la Ferrari si prepara al Gran Premio della Cina speranzosa di recuperare posizioni dopo le solite difficoltà incontrate in qualifica

da , il

    ferrari gp cina f1 2011

    La Ferrari ritiene di potersi giocare un piazzamento sul podio nel GP della Cina alla pari con i suoi rivali. Eccezion fatta per Sebastian Vettel. “Qui si sono visti distacchi simili a quelli delle prime due qualifiche dell’anno e non poteva essere altrimenti, visto che la nostra macchina è rimasta praticamente uguale. Non possiamo certo essere contenti ma dobbiamo cercare di serrare le fila e tirare fuori il massimo in questo momento così difficile. In Australia e in Malesia abbiamo visto che il nostro passo di gara non è male rispetto agli altri, eccezion fatta per la vettura del leader del campionato: vedremo che cosa succederà qui”, ha dichiarato Stefano Domenicali.

    FERNANDO ALONSO. “Non mi aspettavo molto di più da questa qualifica – ammette il pilota spagnolo della Ferrari - Il quinto e il sesto posto rappresentano il massimo cui potessimo aspirare in queste condizioni. Della Red Bull e della McLaren sapevamo già, qui abbiamo visto anche un miglioramento della Mercedes quindi la situazione era ancora più difficile”. La scuderia italiana sta provando a risalire la china testando soluzioni studiate a Maranello in galleria del vento. “Ieri abbiamo provato qualche nuova soluzione ma è ancora presto per usarla in garaha raccontato Alonsosperiamo di fare un passo avanti importante in Turchia. Voglio dare un dieci alla squadra per come ha saputo gestire le qualifiche in queste prime tre gare: è sempre molto difficile trovare il compromesso fra la necessità di rischiare e quella di essere prudenti e abbiamo visto già diversi errori che sono costati cari a certi piloti in queste tre sessioni”. L’obiettivo dell’asso di Oviedo è fare cose semplici:“Credo che il podio sia ancora alla nostra portata: quest’anno ci sono più variabili, come il degrado delle gomme e l’utilizzo dell’ala posteriore mobile, che entrano in gioco in gara, come si è visto nei primi due Gran Premi”.

    FELIPE MASSA. Per nulla toccato dalle fantascientifiche voci di una sua sostituzione con Jenson Button nel 2012, Felipe Massa punta molto sul Gran Premio della Cina per regalare al suo team ed ai tifosi una prova convincente.“Spero tanto di fare come in Malesia, cioè di avere un salto di prestazione fra qualifica e gara: se dovesse essere così, allora un podio potrebbe non essere impossibile. La pista è migliorata molto rispetto a ieri: c’è più aderenza e le macchine scivolano meno, consumando così meno gli pneumatici: sarà un fattore di cui tener conto nella definizione della strategia ideale.”