F1 2011, Corea: le Pagelle di Paolo Zermiani

Formula 1: pagelle dal Gran Premio di Corea 2011

da , il

    Pagelle dal Gran Premio di Corea di Formula 1 2011: sono Sebastian Vettel e Lewis Hamilton i più entusiasmanti protagonisti della gara sul circuito di Yeongam. Il primo vince alla grande. Il secondo riesce finalmente a proporre una prestazione convincente dove spinge costantemente, non commette errori, si trova in battaglia e ne esce vincitore. Anche Webber è bravo a dare spettacolo ma dà sempre l’impressione di non riuscire a sfruttare a pieno il potenziale della sua Red Bull. Giudizi bassi per i piloti della Ferrari con Massa peggio di Alonso.

    VETTEL. Voto 9. Quando la pole scappa, Vettel se la riprende con una partenza perfetta che, in teoria, dovrebbe essere la parte meno brillante del repertorio Red Bull. Controlla con la serenità di chi ha già vinto. All’ultimo giro segna il giro più veloce. Tanto per…

    HAMILTON. Se il sottosterzo si fa duro, Hamilton tiene una Red Bull dietro. Button, no. Voto 9. E’ questa l’evidenza che in molti attendevano. Peccato per la posizione persa in partenza.

    WEBBER. Qualcosa mi sfugge. Perché era maledettamente in*****to per un terzo posto come tanti altri? E’ la settima volta quest’anno. Forse ha realizzato solo adesso che aveva sotto il sedere una macchina perfetta che mai è riuscito a sfruttare a dovere? Voto 6,5. Lodevole nei tentativi di sorpasso su Hamilton che esaltano soprattutto la tenacia del pilota McLaren.

    BUTTON. Vedi Hamilton. Stavolta non brilla. A sua discolpa va citata la partenza non fortunata. Voto 6.

    ALONSO. Nella terza parte di gara, Alonso è andato costantemente mezzo secondo al giro più forte di tutti. Ritengo doverosa una precisazione. Chi gli stava davanti, leggasi Red Bull, non stava spingendo al massimo. Le McLaren erano vagamente in difficoltà con le gomme. Resta il fatto che se lo spagnolo avesse disputato una qualifica migliore, non avrebbe dovuto affrontare il caso Massa per molti e molti giri. Voto 5,5.Un quinto posto è un quinto posto.

    MASSA. Tra Hamilton ed Alonso, cioè tra il secondo ed il quinto ci sono 3 secondi di distacco. Massa è sesto (in)spiegabilmente a +10 dal compagno di box. Voto 5.

    ALGUERSUARI. Aveva un primo settore della pista da far impallidire le Red Bull. La strategia paga. La Mercedes ed i suoi atavici problemi, aiutano. Voto 8.

    ROSBERG. La Mercedes continua a non capire come sfruttare le gomme. Una volta montate quelle a mescola più dura, inizia il calvario dell’incolpevole Rosberg. Voto 6,5.

    SCHUMACHER. Azzardo. Sarebbe finito davanti a Rosberg anche stavolta. n.g. per eccesso di zelo.