F1 2011, Davide Valsecchi convocato dalla HRT

F1 2011: Davide Valsecchi sta trattando con la HRT per il debutto nella prossima stagione di Formula 1

da , il

    davide valsecchi f1

    C’è una buona ed una cattiva notizia per Davide Valsecchi. Il pilota italiano che si è messo in mostra nella GP2 ed è andato fortissimo al volante della HRT durante i test per giovani driver – quelli che la Federazione Internazionale dell’Automobile ha concesso ai team di F1 dopo il Gran Premio di Abu Dhabi – ha impressionato i tecnici della scuderia spagnola che lo hanno convocato in Germania per un colloquio. Questa era la buona. La cattiva è che tra Valsecchi ed il sedile di una monoposto di F1 c’è un gap economico da colmare. Al momento, infatti, i suoi sponsor non bastano!

    DAVIDE VALSECCHI. Per il 23enne di Erba la stagione 2010 è stata caratterizzata da alti e bassi. Gli acuti nella GP2 main series gli sono bastati per attirare le attenzioni di alcuni team manager di Formula 1. Tra questi il più concreto è stato il capo della HRT Colin Kolles che gli ha affidato una delle sue macchine durante i test per giovani piloti che si sono tenuti ad Abu Dhabi al termine del campionato. Lì Valsecchi è stato il più veloce tra i colleghi che guidavano una delle tre vetture debuttanti. “L’Italia dovrebbe sostenerlo”, ha dichiarato Kolles confermando che il talento non basta. Ci vogliono palate di soldi che attualmente gli sponsor che accompagnano Valsecchi non riescono a garantire. In ogni caso, le trattative proseguono.

    PASTOR MALDONADO. Dalle ristrettezze del buon Valsecchi, passiamo alle larghe disponibilità di Pastor Maldonado. Non a caso, il venezuelano ha trovato un sedile con facilità dopo la conquista del campionato di GP2. E che sedile: quello della Williams. Maldonado si è preso il lusso di appiedare il talentuoso Nico Hulkenberg. Una roba che la dice lunga sul momento critico vissuto dal team di Grove. “Il campionato GP2 è buono, prepara davvero bene i piloti alla Formula uno. ho lavorato duramente per arrivare in questa posizione e mi sento pronto per il debutto - ha detto il 25enne – Voglio solo fare del mio meglio per essere il più vicino possibile al top ed ottenere il massimo dalla vettura. Sono un rookie ma non credo che sarà un problema: devo solo rimanere concentrato e fare il mio lavoro”. Con Barrichello, Maldonado formerà un’inedita coppia sudamericana:“E’ un piacere poter avere un compagno di squadra come Rubens, lui è un pilota molto esperto e ho la possibilità di imparare molto da lui”, ha aggunto.

    Foto: davidevalsecchi.it