F1 2011, Ecclestone: GP del Bahrain a fine anno

Niente recupero in agosto per il GP del Bahrain, gara inaugurale della stagione 2011 di F1, cancellata a causa dei disordini interni al paese arabo

da , il

    bernie e 2011

    Bernie Ecclestone esclude che il gran premio del Bahrain, gara inaugurale della stagione 2011 di Formula1 saltata a causa dei disordini all’interno del paese arabo, verrà recuperato in agosto. L’obiettivo è quello di traslare la gara iniziale alla fine del calendario. Con venti gare in programma, il mondiale ormai alle porte, che prenderà il via il 27 marzo a Melbourne, si presenta denso di appuntamenti e cercare di incastrare il gran premio del Bahrain non sembra un’impresa facile. Per ora Mr E ha ufficialmente escluso che farà friggere piloti, addetti ai lavori e spettatori sotto la canicola estiva.

    GP BAHRAIN F1. Niente recupero estivo per il gran premio del Bahrain, appuntamento inaugurale del mondiale 2011 di Formula1, recentemente cancellato a causa dei disordini interni che hanno interessato il Paese. Dopo la conferma ufficiale da parte di Bernie Ecclestone e degli organizzatori della gara araba, si era parlato di un possibile recupero della stessa nel mese di agosto, unico break solitamente concesso a piloti e addetti ai lavori in un calendario stagionale che quest’anno si presenta ancora più fitto del solito, con venti appuntamenti in programma. E se il patron della Formula1 pare deciso a non voler perdere il suo gran premio, al momento sembra almeno essersi convinto dell’impossibilità di portare il Circus in terra araba nel mese più caldo dell’anno. La gara di Sakhir potrebbe così ritrovare spazio alla fine dell’anno, ha suggerito l’instancabile vecchietto nella giornata di giovedì nel corso di un’intervista alla BBC, dichiarando che farà il possibile per recuperare il primo appuntamento del mondiale. Non avevamo dubbi, aggiungerei.

    BERNIE ECCLESTONE. “Vedremo cosa si può fare”, ha fatto sapere Ecclestone, che ultimamente se n’è uscito con un’altra delle sue per aumentare lo spettacolo in pista, come l’irrigazione artificiale durante le gare. “Forse si potrebbe fare uno scambio con il gran premio del Brasile o qualcosa del genere. La gente del Bahrain ci ha sempre dimostrato molto supporto e se vogliono la loro gara faremo in modo di dargliela. Dimentichiamoci comunque di un recupero in agosto, è troppo caldo laggiù, per tutti quanti”. Ecclestone ha fatto sapere che una decisione verrà presa all’inizio della prossima settimana, sottolineando inoltre che l’immagine della Formula1 non è stata danneggiata dall’eventualità della cancellazione dell’evento. “Mi auguro soprattutto che torni la pace in Bahrain e che possiamo trovare una soluzione per riproporre la gara alla fine dell’anno. Personalmente non ho nulla a che vedere con quel Paese; chi governa era l’unica personalità in grado di decidere se è stata presa o meno la decisione giusta. E penso che sia stato così. Se il gran premio non fosse stato cancellato non so se ci sarebbero stati ulteriori agitazioni interne, quello che so è che non accetterei di diventare una causa per permettere alla gente di farsi pubblicità sabotando la Formula1”.