F1 2011, Europa: Vettel e Red Bull più forti dei regolamenti contrari

Formula 1 2011: la Red Bull si conferma superiore agli avversari anche nelle qualifiche del Gran Premio d'Europa sul circuito di Valencia

da , il

    red bull vettel valencia 2011

    Cambiano i regolamenti, non cambiano i risultati. La Red Bull e Sebastian Vettel dominano le qualifiche di Valencia. Come e meglio delle volte scorse. Il campione del mondo in carica dovrà vedersela domani con un Gran Premio d’Europa caratterizzato da molte insidie che nulla hanno a che vedere con il prevedibile. Poche via di fuga obbligheranno a far entrare qualche safety car che potrebbe scombinare i piani di vittoria delle lattine volanti. Ci sperano Hamilton e Alonso che sul passo gara possono ancora dire la loro.

    VETTEL. “Molti si aspettavano che noi avremmo perso ed invece non è successo. E’ positivo avere la prima fila per il nostro team ma sarà difficile in gara. Ci sono 25 curve e fare il giro perfetto è assai complesso ma ci sono riuscito nel mio primo tentativo ed è bastato”.

    WEBBER. “Ho fatto un buon giro nel mio secondo tentativo. Qui ci sono tante curve e, come diceva Seb, è difficile non fare errori. E’ un ottimo risultato per la squadra ma dobbiamo ricordarci che oggi non si assegnano punti. I punti saranno domani”.

    RED BULL – HORNER. “Primo e secondo posto in qualifiche è un ottimo risultato per la squadra, in particolare per Sebastian. Sappiamo che ci sono due punti dove si può usare il DRS domani e, come abbiamo visto a Montreal, tutto può succedere”.

    HAMILTON. “Non mi aspettavo di essere in questa posizione. La squadra, però, ha fatto un ottimo lavoro nell’analizzare i dati ed ora sono qui. ho fatto qualche errore nel mio secondo tentativo ed allora ho deciso di rinunciare”.

    ALONSO. “Non sono deluso del quarto posto perché sapevamo che è questa la nostra dimensione. I giornalisti hanno raccontato cose diverse ma solo perché non hanno ascoltato bene le nostre parole”.

    FERRARI – PAT FRY. “Ad essere onesti, viste le caratteristiche del circuito ed il lavoro fatto, pensavamo di essere più vicini alle Red Bull. Dobbiamo prendere atto che c’è ancora un certo divario. Domani sarà interessante vedere cosa accadrà con le gomme a mescola media che non sono mai state utilizzate in gara fino ad ora”.