F1 2011, Ferrari: a Spa con le ultime novità sulla 150° Italia

Formula 1 2011: la Ferrari va verso il Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps con alcune delle più importanti evoluzioni sulla vettura da qui a fine stagione

da , il

    ferrari spa francorchamps 150 italia

    Sta per concludersi il lavoro di sviluppo sulla Ferrari 150° Italia. La scuderia di Maranello proseguirà nel portare novità in pista fino a metà ottobre ma a brevissimo i tecnici capeggiati da Pat Fry chiuderanno i vecchi fogli da disegno e si dedicheranno al nuovo progetto del 2012. La vettura che vederemo in scena a Spa-Francorchamps dove Fernando Alonso va in cerca della prima vittoria sul mitico circuito delle Ardenne, quindi, presenterà numerose evoluzioni. Tra le ultime dell’anno.

    FERRARI – DOMENICALI. C’è un ex ferrarista che vanta il maggior numero di vittorie nel Gran Premio del Belgio, Michael Schumacher, e un attuale pilota in Rosso, Fernando Alonso, che come miglior risultato ha un secondo posto ottenuto nel 2005. All’interno di una carriera fantastica, allo spagnolo manca il sigillo nel tracciato più affascinate e ostico della Formula 1. La Ferrari sarà in grado di dargli una vettura competitiva? “Il nostro obiettivo realistico per queste otto gare è quello di cercare di vincerne quante più possibile e di portare a casa quanti più punti possibili - ha dichiarato Stefano Domenicali - Sono sicuro che possiamo raggiungere ottimi risultati ma dovremmo evitare di guardare alla classifica perché siamo perfettamente consapevoli che vincere il campionato sarà molto difficile”. Il team principal conferma che per la 150° Italia resteranno d’ora in poi altri pochi sviluppi:“Ciò non significa che non si lavorerà più sulla vettura, anche se tutte le energie dal punto di vista progettuale saranno dedicate alla macchina del 2012. Da un punto di vista regolamentare, il prossimo anno non ci saranno grandi cambiamenti, a parte quello relativo alla posizione degli scarichi, quindi tutte le macchine saranno sostanzialmente delle evoluzioni di quelle attuali. Peraltro, per quello che posso dire dopo aver visto il modellino della nostra macchina in galleria del vento e il lavoro che sta facendo l’ufficio di progettazione, la nostra vettura sarà molto innovativa. Del resto, è assolutamente necessario che sia così perché il nostro primario obiettivo sarà iniziare l’anno competitivi ai massimi livelli.”

    FERRARI – SPA-FRANCORCHAMPS. “Il ruolo del motore qui e a Monza, la gara immediatamente successiva, è più importante che in qualsiasi altra gara del calendario - ha spiegato Luca Marmorini - dieci cavalli possono valere almeno tre decimi al giro e il motore è in pieno per lunghi tratti, mettendone a dura prova l’affidabilità”. Un aiuto fondamentale arriverà dal Kers:“Quando Kimi (Raikkonen) trionfò in Belgio due anni fa fu chiaro che l’uso del KERS fu decisivo per consentirgli di difendersi con successo dalla Force India di Fisichella. Credo che anche quest’anno darà un contributo significativo nella prestazione della vettura a Spa”. A differenza del 2009, però, stavolta tutte le monoposto di prima fascia ne fanno uso. Più determinante, quindi, sarà il solito tema dei gasi di scarico:“E’ un’area su cui continuiamo a lavorare, anche se dobbiamo essere sicuri che gli sforzi fatti non abbiano un impatto negativo sull’affidabilità. L’uso estremo degli scarichi per avere carico costa un po’ in termini di potenza pura ma noi motoristi sappiamo bene che il motore è soltanto una parte del pacchetto: se avere meno potenza significa possiamo contribuire a rendere la macchina più veloce allora siamo contenti!”, ha aggiunto il capo del reparto motore ed elettronica della Ferrari.