F1 2011, Ferrari: Alonso miglior pilota al mondo

Formula 1 2011: il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo dichiara che Fernando Alonso è il più forte pilota al mondo

da , il

    fernando alonso pilota ferrari formula 1 2011

    Sarà senza dubbio Fernando Alonso il pilota di punta Ferrari nel 2011. Sebbene la Scuderia faccia di tutto per tenere buono anche Felipe Massa e continui a spingere per farlo credere al pari dello spagnolo, l’impressione è che la pessima annata 2010 del brasiliano abbia modificato qualcosa nei rapporti interni ed il pilotino sia stato definitivamente barrichellizzato, vale a dire declassato al ruolo di semplice supporto al proprio caposquadra. Non dimentichiamoci, inoltre, che da quest’anno saranno leciti gli ordini di scuderia.

    PILOTI FERRARI 2011. Chiedi a Montezemolo su chi punti tra i propri piloti per la stagione 2011 di Formula 1 ed hai la risposta che ti aspetti, sarebbe a dire all’insegna dell’equilibrio:“Abbiamo il dovere di mettere tutti e due i piloti nelle condizioni di avere la macchina migliore. Abbiamo rivisitato l’organizzazione delle singole equipe, nella speranza di avere un Massa competitivo dall’inizio e Alonso con la stessa capacità dello scorso anno, in cui ha dimostrato di essere il miglior pilota del mondo”. Equilibrio a parte, lo sforzo di interpretazione, alla luce delle scelte fatte in passato dalla Ferrari è persino banale e porta a capire già da questi primi interventi che l’intera squadra sarà focalizzata sul dare ad Alonso il massimo supporto. Chi non lo farebbe se avesse in squadra un tizio ritenuto il migliore al mondo?

    FERRARI F1. “Dal 1974 ricevo sempre questa domanda, fin dai tempi di Lauda e Regazzoni – scherza Montezemolo a chi gli chiede quale sarà il pilota favorito tra i suoi due alla luce della nuova organizzazione interna del team – A dicembre vi ho detto che non ci sarebbero state rivoluzioni, e infatti abbiamo lavorato su due punti: non inserire numerose persone dall’esterno, ma solo alcune che ci portano competenze, cultura e modo di lavorare in aree molto specifiche, e in secondo luogo sul miglioramento delle facilities e degli strumenti che i regolamenti di oggi comportano, quindi più investimenti sull’aerodinamica, sui test in galleria del vento ad esempio”, ha dribblato così la domanda rimandando nella forma il verdetto alla pista. Non nella sostanza.

    VETTEL IN FERRARI. Tanto per mettere la parola fine alla piccola telenovela da lui stesso innescata dichiarando che Sebastian Vettel avrebbe guidato prima o poi per la Ferrari, Montezemolo ritratta e spiega meglio il suo pensiero sul pilota del futuro:“Con Vettel non c’è assolutamente nulla, se non i complimenti per aver fatto una bellissima stagione. Io spero che (il nuovo pilota, ndr) sia della Ferrari Driver Academy. Una delle idee della Academy è di avere in casa il prossimo pilota della Scuderia”, a patto ovviamente che abbia dimostrato di essere un fenomeno. Una “top star” per usare le parole del capo Ferrari.