F1 2011, Ferrari: Alonso secondo in campionato

Formula 1 2011: la Ferrari e Fernando Alonso commentano il terzo posto nel Gran Premio d'Italia gustandosi il secondo posto in campionato dietro al marziano Vettel

da , il

    alonso vettel gp italia f1 2011

    Se Sebastian Vettel è un marziano, Fernando Alonso e la Ferrari possono accontentarsi di un podio nel Gran Premio d’Italia a Monza che proietta il pilota spagnolo al secondo posto della classifica mondiale. “Abbiamo altre sei gare dove vogliamo divertirci, fare delle belle prestazioni e provare a trovare qualche vittoria singola - ha dichiarato lo spagnolo – Vincere il campionato è bello ma arrivare secondi non è male per cui proveremo a difendere questa posizione”.

    FERNANDO ALONSO: “Sapevamo che fino alla prima curva c’era possibilità di sorpassi, alla partenza è andato tutto bene ed è stato un momento magico che, grazie alla safety car, mi sono potuto godere guardando i tifosi sulle tribune. Abbiamo lavorato molto su questo aspetto e i nostri tecnici hanno fatto un gran lavoro. Devo dire che negli ultimi GP sono partito sempre bene. Partendo quinto o sesto non c’è spazio per superare. Qui a Monza c’è lo spazio per superare. Quindi ho sfruttato al massimo il nostro potenziale. Poi è chiaro che non eravamo sufficientemente competitivi per battagliare per la vittoria. Alla fine ce l’ho fatta per poco su Lewis”. Alonso sottolinea la grande passione del pubblico di Monza:“Qui c’è una vera passione e i tifosi ti trasmettono tutto quello che hanno quando sali sul podio. Ringrazio la squadra per il risultato fatto in un weekend molto stressante per la Ferrari. Mark si è ritirato e questo risultato è buono anche per la seconda posizione nella classifica mondiale”.

    STEFANO DOMENICALI: “Oggi la prestazione della Red Bull è stata superiore. Con la McLaren che la siamo giocata alla pari e alla fine ci hanno ripresi. Ci dispiace per Massa perché senza quel contatto nelle prime fasi sarebbe stato più avanti. Alonso è stato fantastico, ora tocca a noi dargli una macchina che vada più forte”.

    FERRARI – ANDREA STELLA: “Le partenze negli ultimi tempi sono andate molto bene. C’è molto lavoro sulle procedure, sulle strategie e sui materiali per cui i risultati si vedono. Fare un podio oggi davanti ad una McLaren che andava più di noi è un grande risultato. Sappiamo che la nostra macchina fa fatica con queste gomme ma Fernando c’ha messo qualcosa in più che ci ha consentito di gestire questo gap”.

    FELIPE MASSA: “Webber mi ha toccato e mi sono girato. Ho perso tante posizioni ed ho dovuto sorpassare molte macchine che non avevano un passo veloce. Ho perso tempo lì. Era una gara dove si poteva essere a lottare davanti ma non è stato così. La Macchina funzionava bene e il passo non era male anche come usura delle gomme. Anche con le gomme medie non era un disastro come pensavamo. Il problema, ripeto, è stato Webber che mi ha toccato”.