F1 2011, Ferrari: Domenicali contro l’ala mobile e il divieto di test

Stefano Domenicali si dichiara scettico in merito alle novità del regolamento 2011, in particolare riguardo all'ala posteriore mobile, il sistema pensato per agevolare i sorpassi e aumentare lo spettacolo in pista

da , il

    domenicali wrooom

    Stefano Domenicali è scettico in merito all’ala posteriore mobile, un accorgimento che verrà introdotto a partire dalla prossima stagione per facilitare i sorpassi tra le monoposto e incentivare così lo spettacolo in pista. Secondo il boss della Ferrari però, il sistema ha un limite, rappresentato dalla possibilità di attivarlo solamente quando la monoposto si trova a meno di un secondo di distacco da quella dell’avversario, e che non consente quindi di sfruttarne a pieno i benefici. Nel frattempo il team del Cavallino ha ufficializzato la data di presentazione della monoposto 2011.

    ALA POSTERIORE MOBILE. Anno nuovo e nuove regole per la stagione 2011 di Formula1, che prenderà il via ufficialmente con i primi test invernali previsti dall’1 al 3 febbraio sul circuito di Valencia. Il nuovo regolamento prevede, oltre al ritorno del KERS e del sistema del 107% nelle qualifiche, l’introduzione dell’ala posteriore mobile, il nuovo dispositivo progettato per facilitare i sorpassi. Stefano Domenicali si è detto però scettico in merito al reale vantaggio che l’ala mobile posteriore potrà fornire, dal momento che i piloti, potranno utilizzarla solo a patto che la distanza con l’avversario sia inferiore al secondo creando quindi solo ulteriori difficoltà.

    STEFANO DOMENICALI. “È un campo sconosciuto: il sistema è stato definito abbastanza bene attraverso chiarimenti e regolamenti tecnici, ma come con qualsiasi altra novità, dobbiamo andarci cauti”, ha fatto sapere il boss del Cavallino ad Autosprint. “Il pilota che si troverà dietro a un’altra monoposto, potrà attivare il sistema per entrare in scia solo in determinati punti del tracciato, e solamente se il distacco tra lui e il suo rivale sarà minimo. Sarà compito della direzione gara segnalare la possibilità di sorpasso tramite una luce all’interno dell’abitacolo. Quello che mi chiedo è: se da un lato faciliterà i sorpassi, l’ala posteriore mobile renderà i duelli in pista più spettacolari o più prevedibili? Al momento sono un po’ scettico, ma spero di sbagliarmi. Mi auguro anche che la TV trovi il modo per far capire alla gente a casa chi attiverà il meccanismo e chi no, altrimenti sarà difficile realizzare cosa sta succedendo”.

    F1 TEST. Domenicali ha inoltre fatto presente ancora una volta che la Ferrari è contraria alle restrizioni imposte dal regolamento in merito ai test nel corso della stagione. “Il nostro Presidente si è più volte espresso contro quella regola, facendo l’esempio che sarebbe come proibire a una squadra di calcio di allenarsi nel corso del campionato. Vorrei ricordare che la Ferrari è la squadra che ha rinunciato maggiormente ai propri investimenti, visto che nel passato abbiamo puntato molto di più ai test reali piuttosto che al simulatore, a differenza degli altri team. Non dimentichiamoci che possediamo due circuiti che al momento non vengono utilizzati: è ora di finirla con questa storia che la Ferrari è il team che spende di più di tutti in Formula1, perché non è più così. Sicuramente Red Bull e McLaren spendono più di noi per costruire i loro telai. Poi c’è il motore, che rappresenta un costo importante perché siamo noi a farlo, mentre per loro è semplicemente un costo da pagare per avere un prodotto pronto e confezionato”.

    FERRARI F11. E in tema di vetture, il team del Cavallino ha fatto sapere che presenterà ufficialmente la monoposto 2011 il 28 gennaio, a Maranello. L’annuncio è stato dato nel corso del Wrooom, il tradizionale appuntamento che ogni anno riunisce il team e i giornalisti sulle nevi di Madonna di Campiglio. La Ferrari sarà così la prima squadra a rivelare la vettura protagonista della prossima stagione, giusto qualche giorno prima del via ai test invernali sul circuito di Valencia.