F1 2011, Ferrari: simulazione di gara per Massa

Formula 1 2011: simulazione di gara completata senza problemi tecnici per Felipe Massa nella terza giornata di prove sul circuito di Barcellona

da , il

    felipe massa ferrari f1 test

    Va tutto bene per la Ferrari F150th guidata da Felipe Massa nella terza giornata di test sul circuito di Barcellona. La notizia è importante perché il brasiliano ha effettuato una simulazione di Gran Premio mettendo a dura prova l’affidabilità. Proprio quell’affidabilità che era stata fino a sabato il punto di forza della monoposto italiana e che, poi, aveva costretto Fernando Alonso a ben due stop in pista. Nonostante la pioggia e due testacoda, il brasiliano ha completato il lavoro previsto dicendosi molto contento.

    FERRARI F1. Felipe Massa sta girando anche oggi sul circuito di Barcellona nell’ultima giornata di test della sessione catalana. Il brasiliano ieri ha approfittato della pista umida per provare la tenuta delle gomme da bagnato e quelle intermedie marchiate Pirelli. Nel tentativo di trovare il limite è andato due volte in testacoda ma ha prontamente ripreso la via della pista senza bisogno dell’intervento dei commissari. Al pomeriggio, con asfalto asciutto, ha simulato un Gran Premio senza conoscere problemi tecnici.

    FELIPE MASSA. Sono 123 i giri completati da Massa nella terza giornata di test Barcellona. “E’ stata davvero una giornata molto intensa, in cui abbiamo potuto fare tanti chilometri in condizioni molto differenti – ha commentato il brasiliano sul sito ufficiale della Ferrari - E’ stato importante completare la simulazione di Gran Premio, che abbiamo fatto pensando a far durare le gomme il più a lungo possibile: più o meno non abbiamo avuto particolari sorprese.” Se non ci saranno imprevisti, Massa completerà oggi il programma in terra spagnola e si dirigerà in Bahrain dove la prima settimana di Marzo si svolgerà l’ultimo test invernale. Qualora la situazione in Medio Oriente dovesse peggiorare è possibile che i team decidano di restare al Montmelò o si spostino in un altro circuito della penisola iberica.