F1 2011, Ferrari: ultimo appello per Massa

F1 2011: la Ferrari e Stefano Domenicali parlano del futuro di Felipe Massa

da , il

    felipe massa ferrari f2011

    Felipe Massa dichiara che nel 2011 lotterà per il titolo mondiale. La Ferrari da una parte ci spera in quanto pretende che il suo secondo pilota sia all’altezza del primo. Dall’altra parte, però, vuole che il brasiliano si dia da fare comunque per la squadra, anche accettando di fare da seconda guida. Se Massa dovesse disputare un’altra stagione tra polemiche, difficoltà, mugugni e soprattutto risultati scandalosi, non avrà più un missile rosso sotto al sedere. Parola di un rabbioso ed inedito Stefano Domenicali.

    FELIPE MASSA. Il brasiliano fa come se nulla fosse successo nel 2010. Come se nessuno si fosse accorto che Alonso lo ha grandemente ridimensionato. Come se tutti si fossero dimenticati che ha sofferto terribilmente la forza psicologica dello spagnolo che lo ha letteralmente triturato, rendendolo un pilota incapace di fare pure la seconda guida. “Il mondiale appena concluso è stato molto difficile per me - ha ammesso – Preferisco guardare avanti e cercare il riscatto: ogni volta che ho avuto una brutta stagione mi sono sempre rifatto in quella successiva. Nel 2011 cambia tutto: regole, gomme, vetture. Spero di lottare al vertice e magari anche per il titolo”, ha dichiarato per la gioia della Ferrari che non vede l’ora di dover gestire una rivalità interna. Sempre meglio che correre con una sola macchina come è accaduto nel 2010…

    FERRARI 2011. Che da Felipe Massa si aspettino molto lo dice apertamente Stefano Domenicali. Ci sarà un momento in cui gli chiederanno di farsi da parte e lasciare strada ad Alonso. Prima che si accenda la radiolina, però, la Ferrari pretende giustamente che Massa si mostri un pilota degno di vestire una tuta rossa. “Abbiamo fatto tutte le verifiche del caso. Felipe è un pilota e un uomo perfettamente integro”, ha ammesso Domenicali riparlando dell’incidente di Budapest 2009. Niente scuse, allora, nel 2011 il pilotino deve dare gas come mai prima:“Tutti i piloti, per correre, devono sentirsi i più forti. E quando non riescono ad esserlo, si fatica moltissimo a togliergli dalla testa quelle scuse mentali, di sovrastruttura, che ognuno di noi si crea quando le cose vanno male – il team principal del Cavallino sistema così le lamentela di Massa del 2010 nel corso di una lunga intervista rilasciata Repubblica - Penso sia stata questa la causa della stagione sbagliata di Felipe. Ma lavorando su questo ne potrà uscire. Ecco perché sono certo che vedremo un grande Massa nel 2011. Il pilota sa benissimo che non può permettersi un’altra stagione come questa”. Ecco l’ultimatum che molti tifosi si aspettavano. Ecco l’uomo cattivo al muretto che tutti cercavano da quanto Todt ha fatto le valigie.