F1 2011: Force India ufficializza Paul Di Resta, Liuzzi è licenziato!

Formula 1 2011: la Force India ha ufficilizzato la propria coppia piloti per la nuova stagione di F1

da , il

    force india piloti stagione f1 2011

    La Force India ha finalmente ufficializzato il proprio schieramento piloti per la stagione 2011 di Formula 1. I titolari saranno, nel pieno rispetto delle più audaci previsioni, il confermato Adrian Sutil ed il debuttante Paul di Resta. Sempre in linea con le attese, il ruolo di terzo pilota è stato assegnato a Nico Hulkenberg. Nulla da fare per il nostro Tonio Liuzzi. L’italiano aveva un contratto che lo legava al team di Vijay Mallya per altri 12 mesi ma la dirigenza Force India ha deciso di licenziarlo per far confermare il tedesco Sutil e far spazio a due giovani talenti interessantissimi. Il suo destino è in HRT o in altre categorie: DTM o corse americane.

    PILOTI F1 2011. A pochi giorni dall’inizio dei test sembra un assurdo che alcuni team non abbiano ancora annunciato i propri piloti ufficiali. La Force India corre ai ripari confermando le voci che da tempo giravano attorno alla squadra: sarà lo scozzese Paul Di Resta, giovanotto da tempo supportato dalla Mercedes, a condividere il box con il confermato Adrian Sutil. Nel team entra anche un altro giovane di belle speranze come Nico Hulkenberg che dovrà accontentarsi del ruolo di pilota di riserva. Probabilmente passerà a titolare nel 2012 quando Sutil sarà chiamato da un team di fascia superiore. Oppure si farà vivo da subito qualora Di Resta, a lungo tester McLaren Mercedes e campione in carica del DTM, dovesse incontrare qualche difficoltà di troppo. “L’anno scorso ero terzo pilota qui e sono accadute belle cose, quindi spero che andrà ancora meglio”, ha detto lo scozzese. Felice anche Hulkenberg nonostante il passo indietro:“Sono contento di essere in un team di F1 e la Force India ha mostrato buoni progressi per un giovane team”.

    TONIO LIUZZI. Quale futuro per Tonio Liuzzi? L’italiano è stato scaricato dal team nonostante il contratto in essere. Buona parte del discorso sarà gestito dagli avvocati a cui il pilota aveva annunciato avrebbe fatto ricorso qualora le indiscrezioni dei mesi scorsi si fossero trasformate in realtà. Tra le carte in mano del nostro Liuzzi c’è un possibile inserimento in HRT come pilota pagante sfruttando la buonuscita fornita dalla Force India. Oppure una carriera in DTM supportato dalla Mercedes che, di fatto, ne ha determinato il licenziamento avendo spinto per l’arrivo di Paul Di Resta. Infine, un biglietto di sola andata per gli Stati Uniti dove assaggiare le corse a stelle e strisce. Alla Alex Zanardi, tanto per intederci.