F1 2011: gomme Pirelli debuttano al Mugello

Formula 1: al Mugello andrà in scena in questi giorni la prima sessione di test per la Pirelli che porterà in pista gli pneumatici della stagione 2011 con Nick Heidfeld al volante di una Toyota Tf109

da , il

    L’avventura Pirelli in F1 comincia oggi. Il gommista italiano che prenderà il posto della Bridgestone a partire dalla stagione 2011 ha deciso di scendere in pista per il primo test sul tracciato amico del Mugello. Nel gruppo di lavoro c’è il terzo pilota Mercedes Nick Heidfeld in qualità di collaudatore di lusso e la Toyota TF109, vale a dire la monoposto giapponese guidata da Jarno Trulli nella scorsa stagione, come vettura prova. L’azienda milanese avrebbe potuto anche prendere il progetto 2010 che, però, non ha mai visto la pista e quindi non ha dato sufficienti garanzie in termini di affidabilità.

    NICK HEIDFELD. Facciamo il punto della situazione. Cominciamo dal pilota: Nick Heidfeld ha 33 anni e 167 Gran Premi disputati. Driver ampiamente sottovalutato, ha mostrato in passato di tenere il passo di gente come Kimi Raikkonen e Robert Kubica. Si è visto relegare in panchina dall’arrivo di Michael Schumacher in Mercedes. Il tedesco dà ottime garanzie di professionalità ed esperienza. Essendo legato alla casa della Stella a tre punte, però, fa storcere il naso ai puristi dell’imparzialità. A tal proposito non è ancora chiaro se sia stato “prestato” alla Pirelli o abbia rescisso il contratto che lo lega a Mercedes.

    TOYOTA TF109. Passiamo alla macchina. Niente da fare per la Toyota del 2010 che non è mai scesa in pista. E’ stata preferita quella del 2009 sebbene non abbia serbatoi grandi per fare l’intera gara. I benefici sono superiori ai rischi per la Pirelli: una vettura rodata ed affidabile consente al gommista italiano di non doversi preoccupare di altro se non del comportamento delle coperture. Portare in pista la Toyota del 2010, invece, significava sobbarcarsi un indigesto lavoro di gestione degli imprevisti. Stando ad alcune indiscrezioni, comunque, sul telaio della passata stagione saranno montate le novità 2010.

    PIRELLI F1. 3 giorni di prove sul tracciato del Mugello che saranno svolti anche tenendo conto del maltempo. La TF109 sarà equipaggiata con speciali sensori per raccogliere quante più informazioni possibili da analizzare poi in laboratorio. Le mescole da presentare ai team per fine stagione saranno, come consuetudine, quattro: super morbida, morbida, media e dura più un’intermedia e una da bagnato estremo. Da qui al prossimo Novembre ci saranno altre sessioni di test a Jerez e a Monza. I team, intanto, attendono entro fine mese i primi modelli in scala per le prove in galleria del vento. Anche la forma ha la sua importanza. Ricordiamo, ad esempio, che le Bridgestone hanno una sezione frontale molto squadrata, diversa da quella più stondata delle Michelin. Da ogni punto di vista alla Pirelli è stato chiesto di ricalcare il più possibile quanto offerto dai giapponesi.