F1 2011, Hamilton: le nuove regole non mi preoccupano

Lewis Hamilton non è preoccupato per l'aumento dei pulsanti sul volante della sua monopsto, conseguenza del ritorno del KERS e dell'arrivo dell'ala mobile posteriore a partire dalla stagione 2011

da , il

    hamilton2011

    Non è preoccupato Lewis Hamilton per i troppi pulsanti che quest’anno abbonderanno sul volante dei piloti di Formula1. Con le novità introdotte per la stagione 2011 di Formula1, vedi ritorno del KERS e introduzione dell’ala mobile posteriore, più volte è stato lanciato l’allarme per il rischio di mettere in difficoltà i protagonisti del Circus durante le gare, che potrebbero distrarsi nel tentativo di tenere sotto controllo i troppi comandi. Ma il pilota britannico è sicuro che la sua squadra, oltre ad aver sfornato una vettura vincente, troverà il modo di minimizzare le difficoltà connesse all’uso dei vari dispositivi.

    F1 2011. Troppi comandi sul volante delle monoposto dei campioni della Formula1 2011? Non per Lewis Hamilton, che è convinto che la McLaren riuscirà a ridurre al minimo i rischi connessi con il controllo dei vari dispositivi installati a bordo della sua monoposto. Nelle ultime settimane, piloti e team manager avevano più volte fatto presente come l’aumento eccessivo dei pulsanti sui volanti delle vetture avrebbe comportato un pericolo per la sicurezza: Ferrari in testa, con la reintroduzione del KERS e l’arrivo dell’ala mobile posteriore, il rischio di perdere la concentrazione in pista secondo molti sarebbe più elevato. Ma oltre a costruire una monoposto che sembra essere molto promettente, a Woking pare si siano egregiamente impegnati anche per rendere ancora più facile la vita dei due piloti ufficiali, Lewis Hamilton e Jenson Button.

    LEWIS HAMILTON. “In Formula1 siamo comunque sempre al limite”, ha spiegato l’iridato 2008. “Così, se ci si danno altre cose da fare, lo siamo ancora di più. Ma fortunatamente ci troviamo tutti nella stessa barca, ad eccezione di chi non monterà il KERS. Per i team è una sfida continua cercare di semplificare il più possibile l’uso di questi sistemi: per quanto ci riguarda, i nostri ingegneri hanno avuto delle buone idee, per questo sarà davvero molto semplice gestirli. Ok, a tutta velocità nel giro di qualificazione magari non sarà semplice usare KERS e ala mobile insieme, ma in gara non dovrebbero esserci problemi”.

    NUOVE REGOLE F1. Hamilton si è quindi espresso a favore del nuovo regolamento, dichiarandosi aperto ai cambiamenti in Formula1. “Ho già guidato con il KERS prima d’ora. Per quanto riguarda l’ala mobile posteriore invece, favorirà i sorpassi alla grande, il che è positivo sia per i fan che per lo sport in generale”. E nessuna preoccupazione nemmeno per quanto riguarda il possibile degrado delle nuove gomme Pirelli, meno longevee rispetto a quelle dell’ex fornitore Bridgestone. “Ben vengano più pit stop”, ha proseguito il pilota della McLaren. “L’anno scorso con una sola sosta non era così entusiasmante e, sommato al rifornimento unico, non contribuiva di certo ad animare le gare. Dai primi riscontri nei test di Valencia sembra che le gomme non durino a lungo e saranno quindi necessari più pit stop, ma il nostro obiettivo è di rientrare ai box il meno possibile durante le gare: per questo faremo un gran lavoro sugli pneumatici affinché durino a lungo”.