F1 2011, Hamilton: senza Kers la Red Bull non andrà lontana

La Red Bull senza KERS non sarà per sempre imbattibile

da , il

    vettelhamilton

    Il mondiale 2011 di Formula1 si è aperto con la vittoria della Red Bull e di Sebastian Vettel, campione del mondo della stagione 2010, che ha tagliato il traguardo del gran premio d’Australia in netto vantaggio sugli altri rivali. Vittoria facile per il tedeschino del team del beverone, ma che potrebbe non ripetersi con tanta leggerezza nel caso in cui la squadra austriaca non ricorra al sistema Kers nelle prossime gare. Parola di Lewis Hamilton

    KERS F1. La Red Bull non continuerà a vincere facilmente se non ricorrerà al Kers. Questa l’opinione di Lewis Hamilton, il britannico della McLaren che ha chiuso la gara inaugurale del mondiale 2011 di Formula1 alle spalle di Sebastian Vettel, campione del mondo 2010 e fresco vincitore della tappa di Melbourne. Vittoria facile per lui e la sua RB7, che ancora una volta si è mostrata un gradino sopra alle monoposto dei propri rivali, ma che potrebbe perdere terreno nei prossimi appuntamenti… Nel corso del gran premio d’Australia la Red Bull ha infatti deciso di non ricorrere al sistema di recupero dell’energia cinetica, rientrato a tutti gli effetti nel regolamento a partire da quest’anno. Viste le caratteristiche del circuito dell’Albert Park, l’utilizzo del Kers non era vitale ma, secondo Hamilton, i rivali della Red Bull non potranno farne a meno nella prossima gara in programma in Malesia. Gli austriaci rimangono quindi gli avversari numero uno ma, specialmente nel caso in cui decidano di non utilizzare il Kers, l’iridato 2008 è certo di riuscire ad insidiare la monoposto più veloce del Circus.

    LEWIS HAMILTON. “In Malesia il tracciato richiede un ingente carico aerodinamico, per questo mi aspetto che le Red Bull siano come sempre molto veloci se non addirittura di più”, ha spiegato il pilota della McLaren. “Allo stesso tempo sono però certo che anche noi non saremo da meno. Abbiamo in programma qualche piccolo aggiornamento per Sepang e non so se potremo competere con il loro passo in qualifica ma, una volta in gara, c’è un rettilineo molto lungo prima della curva1 e se riusciamo ad imporci nelle prime due file potremmo competere con il nostro Kers. Non credo che loro potranno farne a meno ancora per molto”.

    JENSON BUTTON. “La maggior parte dei team guadagnano dai 3.5 ai 5 decimi dall’utilizzo del Kers, mentre la Red Bull penso ne ottenga 1.5”, ha aggiunto il compagno di squadra dell’anglo caraibico. “Per noi è un bene dal momento che, per quanto riguarda il passo e altre aree, loro sono davvero forti”.