F1 2011: Hamilton stregato dalla Toro Rosso

Formula 1 2011: secondo Lewis Hamilton la Toro Rosso è incredibilmente veloce

da , il

    toro rosso formula 1 2011

    Secondo Lewis Hamilton, la stagione 2011 di Formula 1 vedrà una sorpresa in pista. Trattasi della Scuderia Toro Rosso. Ferrari e Red Bull sono unanimemente date come favorite. Dietro di loro arrancano McLaren, Mercedes e Renault che godono di un blasone superiore alle altre scuderie ma sembra fatichino a trovare il giusto bandolo della matassa. Per questo la Toro Rosso fa paura: va veloce, è solida, costante ed ha qualche novità tecnica molto interessante. Lo stesso va detto per la Williams che, sebbene non abbia particolarmente brillato nei test, ha un cambio da fantascienza.

    F1 2011. Lewis Hamilton si sbilancia:“La nuova Toro Rosso è incredibilmente veloce”. Il pilota McLaren non snobba neanche Renault, Williams e Force India. Sarà mica il segno che quest’anno la sua scuderia di Woking si sta preparando ad un flop clamoroso, in conseguenza del quale dovrà lottare con le squadra appena citate? Forse. In realtà anche Fernando Alonso ha parlato dei passi in avanti fatti dalla Toro Rosso definendoli “significativi”.

    WILLIAMS F1. Non solo Toro Rosso. Anche la Williams vuole e può dire la sua. Il progetto è ambizioso ed adesso sta pagando lo scotto di chi ha deciso di ripartire da soluzioni inedite ed innovative. Ma non è escluso che nel corso della stagione Rubens Barrichello e Pastor Maldonado non riescano a togliersi delle soddisfazioni. Sam Michael, direttore tecnico del team di Grove, si vanta del lavoro fatto sul cambio, supercompatto e molto schiacciato, un’idea destinata a dare grossi vantaggi ma ancora da perfezionare. L’australiano della Williams cita come uniche novità tecniche della stagione 2011, oltre al proprio progetto, gli scarichi della Renault e il doppio fondo della Toro Rosso. Rieccola la squadra di Faenza. Queste due idee, però, sempre secondo Michael, sono facilmente copiabili e, qualora funzionassero, saranno a breve su tutte le monoposto del 2011. Discorso diverso per il loro cambio. Da qui arriva la convinzione di avere un vantaggio competitivo da spendere sulla concorrenza.